Overclock di fabbrica per il 440BX

Sembra non essere ancora arrivato il pensionamento per il veterano chipset di Intel, il 440BX, che oggi, grazie ad Abit e Soyo, si riscopre capace di performance da primato

Taipei (Taiwan) - Chi vedeva il buon vecchio 440BX fuori mercato, si dovrÓ presto ricredere. Questo anziano chipset, che ha visto nascere ben tre generazioni di processori, sembra avere ancora le gambe buone per correre quanto e forse pi¨ dei suoi colleghi pi¨ giovani.

Due fra i pi¨ noti produttori di schede madri taiwanesi, Abit e Soyo, hanno infatti annunciato nuovi modelli di motherboard 440BX in grado di funzionare a 133 MHz, una velocitÓ che si pensava fuori portata massima per questo chipset e che invece appare perfettamente raggiungibile.

Naturalmente questo Ŕ un overclock in piena regola ed Intel ha giÓ fatto sapere che in questi casi decade ogni garanzia relativa ai suoi chipset. Tuttavia a Soyo ed Abit sembra interessare di pi¨ il lato economico, visto che potranno vendere a costi sensibilmente inferiori schede madri con prestazioni equivalenti, quando non anche superiori, a quelle fornite dalla famiglia di chipset i815.
Ironia della sorte, il chipset che Intel voleva mettere in soffitta sta dimostrando una longevitÓ ed una stabilitÓ, anche sotto overclock, davvero eccezionali, mentre il tanto declamato i820 Ŕ stato al fine affondato da una serie infinita di bachi e problemi vari.

Entrambe le imminenti schede madri "overclockate" di Abit e Soyo arriveranno equipaggiate con un controller per dischi ATA-100 (addirittura con supporto Basic RAID per Abit) e vantano un prezzo sotto i 100$.