Assoprovider ci riprova con Berlusconi

Dopo l'affondamento del DDL che nella scorsa legislatura avrebbe offerto nuove possibilità ai piccoli provider, l'Associazione torna alla carica, con una lettera a Berlusconi e alle istituzioni. Attaccando Telecom Italia

Assoprovider ci riprova con BerlusconiRoma - Assoprovider, l'Associazione dei provider indipendenti, ha chiesto alle Istituzioni di prendere misure per la sopravvivenza dei piccoli provider.

Dopo l'affondamento, alla fine della scorsa legislatura, della proposta di legge che avrebbe potuto portare ossigeno ai "pionieri" della rete italiana, travolti dall'affermazione dei grandi gruppi di telecomunicazione nel settore dell'accesso ad internet, Assoprovider chiede al Governo di affrontare rapidamente la questione.

Nella lettera, indirizzata al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e ad altri vertici istituzionali, l'Associazione ricorda come i piccoli provider "hanno subito a partire dal 1999 un attacco sleale da parte di Telecom Italia, attacco favorito da una legislazione compiacente verso il forte (Telecom Italia appunto), supportata dal centrosinistra, e sfavorevole ai piccoli (le nostre aziende)".
Secondo Assoprovider, "questa situazione nel mercato Internet in particolare ha rischiato e rischia di mettere la parola fine al processo di liberalizzazione; rimarrà ancora e solo Telecom Italia a dare servizi di telecomunicazioni al paese."

Assoprovider chiede al Governo Berlusconi di varare un decreto d'urgenza che renda operative le misure previste dal DDL 7208 della scorsa legislatura, quello che avrebbe offerto ai piccoli provider, nei rapporti con Telecom, condizioni di trattamento uguali a quelle degli operatori di telefonia.

Assoprovider non manca di stupire: "Le facciamo una proposta provocatoria: la rottamazione degli ISP ad una cifra forfetaria, modulabile a seconda dei clienti rimasti all'ISP stesso, tale da consentire ai medesimi di cambiare mestiere (....che so, ci compreremo un camion e faremo i padroncini!). Eh sì, perché la ns. categoria esiste dal '96, ancor prima che qualsiasi "balon d'essai de nuveau economie" che adesso scoppia in borsa per carenza di capitali, fosse anche solo pensato".

L'attacco ai precedenti governi è deciso: "Hanno consentito ai grossi operatori telefonici (Telecom in testa) di defraudarci prima della possibilità di sviluppo in parità di mercato, poi dei clienti ed infine anche, a seguito di accordi stragiudiziali non rispettati, dei quattro soldi (...vicini all'elemosina!) che eravamo riusciti ad ottenere".
TAG: italia
16 Commenti alla Notizia Assoprovider ci riprova con Berlusconi
Ordina
  • BERLUSCONI SEI LA ROVINA DELL'ITALIA CHE CAZZO CREDI DA FA PENSI SOLO A MAGNA VEDI DE ANDATTELA A PIJA NDER CULO PROVA A QUERELAMME SE CI RIESCI PRIMA BEKKAMI L'IP HUAUHAUHAUH

    BERLUSCONI AIUTARE KI E' RIMASTO INDIETRO
    ALLORA COMINCIA DAR MILAN
    UHAUHAUHA
    MERDONE PUZZONE PELATO DENUNCZIA STO CAZZO
    non+autenticato

  • Mi collego alla rete dal lontano 1997, a quei tempi se parlavi di internet ti rispondevano che non usavano quel tipo di detersivo, c'erano veramente 4 gatti, parlo di gente italiana, ma le cose funzionavano meglio, senza virus e schifezze in giro, poca gente ma buona, adesso con i grandi numeri vogliono guadagnare tutti, dai piccoli provider a quello che vende le medagline di padre pio..

    Se avessi la bacchetta magica riporterei le cose come un tempo, ma purtruppo non si può, il futuro è anche questo, che bel futuro...

    non+autenticato
  • Sono assolutamente daccordo...

    Io ci sono dal 1996...

    E poi vorrei segnalare che con i modem di allora a 33.6 si andava PIU' VELOCI che oggi a 56k.

    Troppi flash che se non ottimizzati diventano immensi e sopprattutto trovvi provider free che hanno una velocita' schifosissima.

    Troppa gente che cerca di mungere la New Economy...



    selidori
    http://www.bloopers.it
    Errori nei film
    non+autenticato
  • - Scritto da: adrian
    > Mi collego alla rete dal lontano 1997,
    > Se avessi la bacchetta magica riporterei le
    > cose come un tempo...

    Io uso l'Internet da Luglio 1995: mi sembra un'eternita'!

    Allora parlavi di Internet e ti guardavano tutti come se fossi un extra-terrestre Sorride

    Sottoscrivo anch'io in pieno le tue paroleTriste(
    non+autenticato


  • - Scritto da: adrian
    >
    > Mi collego alla rete dal lontano 1997,

    lontano?
    che, in effetti, guarndando la media degli internauti.....


    > quei tempi se parlavi di internet ti
    > rispondevano che non usavano quel tipo di
    > detersivo,

    esagerato!!!!!!!!!!!
    Nel 1997 Internet era la grande promessa...


    > senza virus e schifezze in giro,

    senza virus?????

    io ho beccato il primo (801, fank.. se riesco + a ritrovarlo) nel 1991
    Nel 1996 Junkie furoreggiava

    > poca gente ma buona,

    Questo è abbastanza vero

    > Se avessi la bacchetta magica riporterei le
    > cose come un tempo,

    Io no. Anche se molte sono le cose che rimpiango.



    >ma purtruppo non si può,
    > il futuro è anche questo, che bel futuro...
    >
    non+autenticato
  • Dal tuo modo di esprimerti credo che tu non abbia capito lo spirito di Internet.
    Il suo utilizzo e' per aumentare la capacita' di comunicazione, per il lavoro innanzitutto.
    Che grande comodita' avere un interlocutore con e-mail.
    E se la comunicazione e' strozzinata da un monopolista ma£!0so e ba$/@rdo ci rimettiamo tutti.
    "Viva la liberta di comunicazione"

    PS.
    I numerosi virus non sono a causa di Internet ma della Microsoft.
    Io ho cominciato ad usare Internet a casa nel 93 e non dall'universita'
    Per tornare indietro vanno di moda gli agriturismi, ma normalmente per 15gg l'anno.

    - Scritto da: adrian
    >
    > Mi collego alla rete dal lontano 1997, a
    > quei tempi se parlavi di internet ti
    > rispondevano che non usavano quel tipo di
    > detersivo, c'erano veramente 4 gatti, parlo
    > di gente italiana, ma le cose funzionavano
    > meglio, senza virus e schifezze in giro,
    > poca gente ma buona, adesso con i grandi
    > numeri vogliono guadagnare tutti, dai
    > piccoli provider a quello che vende le
    > medagline di padre pio..
    >
    > Se avessi la bacchetta magica riporterei le
    > cose come un tempo, ma purtruppo non si può,
    > il futuro è anche questo, che bel futuro...
    >
    non+autenticato


  • - Scritto da: adrian
    >
    > Mi collego alla rete dal lontano 1997, a
    > quei tempi se parlavi di internet ti
    > rispondevano che non usavano quel tipo di
    > detersivo,

    la storia è sempre la stessa...si stava meglio quando si stava peggio....il fatto è che si tende sempre a guardare indietro e non a puntare ad un miglioramento.

    c'erano veramente 4 gatti, parlo
    > di gente italiana, ma le cose funzionavano
    > meglio, senza virus e schifezze in giro,
    > poca gente ma buona,

    se adesso uno è in grado di selezionare tra roba buona e cattiva ha + vantaggi rispeto al 97

    Inoltre non avrei mai pagato 300 mila £ per un abbonamento,quindi preferisco andare più lento(a me 4.5 kb/s in media non mi sembrano pochini per un 56k)e se ho bisogno di velocità mi prendo una linea adsl o simili,anche se purtroppo la telecom sta facendo quello che tutti sappiamo.

    byebye

        Marco 82
    non+autenticato
  • non cominciamo con le solite cxxate, era meglio prima quando sarebbe il tuo prima il 97?
    Miglioramenti ce se sono stati eccome, considerat che si pagavavano bollette stratosferiche per scaricare files di testo dalle le bbs a 4,8 baud senza contare i rischi che si correvano col videotel quando si cicucciavano le linee altrui o si usavano quelle di abbonati inesistenti, beh almeno adesso si naviga... ovviamenete si sarebbe potuto fare molto meglio (vedi Usa, Japan, nord EU) ma ricordiamoci che siamo in Italia e che piu della meta' sono quel che sono (specialmente quelli che erano ai posti di comando in quel periodo).

    - Scritto da: Marco82
    >
    >
    > - Scritto da: adrian
    > >
    > > Mi collego alla rete dal lontano 1997, a
    > > quei tempi se parlavi di internet ti
    > > rispondevano che non usavano quel tipo di
    > > detersivo,
    >
    > la storia è sempre la stessa...si stava
    > meglio quando si stava peggio....il fatto è
    > che si tende sempre a guardare indietro e
    > non a puntare ad un miglioramento.
    >
    >   c'erano veramente 4 gatti, parlo
    > > di gente italiana, ma le cose funzionavano
    > > meglio, senza virus e schifezze in giro,
    > > poca gente ma buona,
    >
    > se adesso uno è in grado di selezionare tra
    > roba buona e cattiva ha + vantaggi rispeto
    > al 97
    >
    > Inoltre non avrei mai pagato 300 mila £ per
    > un abbonamento,quindi preferisco andare più
    > lento(a me 4.5 kb/s in media non mi sembrano
    > pochini per un 56k)e se ho bisogno di
    > velocità mi prendo una linea adsl o
    > simili,anche se purtroppo la telecom sta
    > facendo quello che tutti sappiamo.
    >
    > byebye
    >
    >     Marco 82
    non+autenticato
  • Berlusconi è un'imprenditore.
    Internet è fonte di guadagno.
    Più la rete funziona e meno si spende.
    Meno si spende per ottenere un servizio e più si ottiene un guadagno.
    Il nuovo governo ha una base solida (non è frammentato come quello scorso) e può decidere in fretta.
    Forse è la volta buona che riusciamo a far funzionare le cose.
    Aspettiamo e vediamo.

    non+autenticato
  • telecom italia è stata ed è ancora un parking privilegiato dei dirigenti DS, con stipendi da favola, benefits da urlo e tanto potere..........
    Perche ci meravigliamo ancora che il monopolista (non de jure ma DE FACTO) non consenta lo sviluppo di piccole imprese operanti nelle telco?? Le piccole aziende sono depoliticizzate , non ci si puo piazzare la "cognateria" DS, vale la capacità imprenditoriale e non la tessera...cioe, guardiamo cosa succede con le grandi aziende: sindacati garanti dei lazzaroni in cambio di tangenti legalizzate (iscrizione d'ufficio e trattenute da buste paga), potere da tessera, ricatti e personalismi da terzo mondo. Fassino dicci quanto hai puppato con Telecom Serbia dai, siamo tutti curiosi!
    non+autenticato
  • verranno scaraventati nel nulla, come tutti noi.
    Sono anni che non riusciamo ad ottenere nulla.
    Le leggi non esistono, la forza popolare non esiste, la forza dei lavoratori non esiste.
    La volontà di risolvere i problemi è annacquata dall'indifferenza e dalla mancanza di principi.

    Infatti se queste parole vi sembrano un predicozzo, significa che il valore che preferite è sentire qualcosa di più "trendy", meno "vecchi e solidi valori"...
    Tenetevi il trendy
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)