Il PowerPC saggia nuovi mercati

Grazie ad un accordo con Xilinx, Big Blue potrà esportare l'architettura PowerPC su di una nuova generazione di chip riprogrammabili dedicati soprattutto al mercato degli apparati di comunicazione

Palo Alto (USA) - Un accordo fra IBM e Xilinx darà vita ad una nuova generazione di chip embedded per apparati di comunicazione ed elettronica di consumo.

Xilinx, produttore di custom chip , ha infatti ottenuto da IBM la licenza per adottare il core del PowerPC all'interno di una sua nuova linea di chip riconfigurabili: a differenza dei chip chiamati ASIC, che vanno progettati e prodotti sulle esigenze specifiche di ogni cliente, i nuovi chip di Xilinx potranno essere riprogrammati a piacere per variare il loro design o aggiornarne le funzionalità.

Tutto questo si traduce in un grosso risparmio sulla produzione dei chip e in una flessibilità senza pari. Grazie all'architettura PowerPC, Xilinx potrà rendere i suoi microchip più piccoli e veloci per soddisfare anche le esigenze più disparate.
Questo accordo consentirà ad IBM di portare la sua architettura in ambiti fino ad oggi estranei ai suoi processori e progettare essa stessa, su licenza Xilinx, chip parzialmente riprogrammabili.