Creative punta i piedi su Nomad

Il device consente la registrazione di 100 ore di musica e rappresenta la nuova frontiera per l'azienda guidata da Sim Wong Hoo

Singapore - Possedere il 60 per cento del mercato delle schede audio non basta più a Creative Technology. "So che non possiamo contare per sempre sulla SoundBlaster e fin quando non saremo i padroni dell'audio, contiamo solo sulle nostre forze", ha detto Sim Wong Hoo, CEO dell'azienda.

Così dal cilindro di Creative arriva anche per il mercato europeo e per quello nordamericano un device dal nome Nomad Jukebox: un hard disk capace di registrare fino a 6 GB di musica per 100 ore di ascolto. Limite che dovrebbe salire a 12GB già dal prossima anno.

Il nuovo device studiato per registare agilmente file audio (MP3 o WAV) sarà nei negozi dal prossimo settembre e avrà un costo tra i 400 e i 500 dollari.