ICANN, i 18 tribuni del popolo

Tra di loro verranno eletti i cinque che siederanno nel direttivo dell'organismo internazionale dei domini e parleranno a nome degli utenti internet. La votazione a ottobre

Web - Nei primi dieci giorni del prossimo ottobre verranno scelti dagli utenti internet iscritti nelle liste della at-large membership dell'ICANN, i cinque nuovi membri del direttivo dell'organismo di supervisione dei domini. Consiglieri che rappresenteranno in quella sede gli interessi degli utenti così come altri membri rappresentano l'industria di settore e i governi.

L'ICANN ha appena reso noti i nomi dei 18 candidati tra i quali ad ottobre dovranno essere scelti i cinque "tribuni". Ciascuno degli eletti rappresenterà una diversa regione del mondo, e in questa ottica sono stati scelti, tra circa 200 possibili candidati, i 18 che parteciperanno alle elezioni. Tra di loro nessun italiano. Eccoli:

Per l'Africa: Alan Levin, Nii Quaynor.
Per l'Asia/Pacifico: Johannes Chiang, Lulin Gao, Masanobu Katoh, Sureswaran Ramadass.
Per l'Europa: Maria Livanos Cattaui, Alf Hansen, Olivier Muron, Oliver Popov, Winfried Schüller.
Per l'America Latina: Raul Echeberria, Ivan Moura Campos, Patricio Poblete.
Per il NordAmerica: Lyman Chapin, Donald Langenberg, Lawrence Lessig, Harris Miller.
Alcuni di questi nomi sono già noti alle cronache per il loro coinvolgimento nelle tecnologie di rete o in casi che hanno riguardato da vicino il rapporto tra internet e società internazionale. Tutti loro, di cui sono disponibili le biografie, sono stati scelti per esperienze maturate in contesti internazionali legati proprio alle nuove tecnologie e all'era digitale.

Il procedimento di votazione verrà illustrato il primo settembre e da quel momento, fino al primo ottobre, l'ICANN dialogherà con gli iscritti nelle liste elettorali della at-large membership per spiegare le procedure di voto.
TAG: domini