Nasce il borsino dei domini

Dalle aste on line ad una banca dove è possibile investire sui nomi di dominio con le stesse modalità dell'economia tradizionale

New York (USA) - La prima banca per l'investimento sui domini Internet ha fatto il suo ingresso sulla scena virtuale. Una sorta di Borsa dedicata allla compravendità di nomi di dominio che intende utilizzare gli stessi strumenti che appartengono all'economia tradizionale.

Il suo nome è GoldNames e promette di gestire i prezzi dei nomi di dominio. Dalle FAQ del sito: "I nomi di dominio sono un bene valutabile, come le azioni e le obbligazioni. Generalmente un dominio ha un prezzo minimo intorno ai 100 dollari, ma certi possono raggiungere prezzi ben più alti. Business.com raggiunge i 7milioni500mila dollari, per via delle poche lettere da digitare e del suo potenziale sviluppo. Un nome come FredsSuperNewYorkBikeShop.com ha un basso valore per via della sua lunghezza, che risulta difficile da leggere o ricordare".

Sul sito di GoldNames si trovano molte informazioni e già una quantità di nomi disponibili per l'acquisto.
Non è però questa la prima iniziativa tesa a creare un mercato per i domini. Ormai da tempo nelle varie aste on line si possono fare offerte per domini "celebri" e da qualche mese abbiamo cominciato a vedere anche i domini .it in vendita.

Resta quindi da chiarire cosa effettivamente si può fare con i domini .it. La Naming Authority italiana vieta infatti ogni mercato per la gerarchia di cui è responsabile.

Viene da chiedersi se il trend globale sui domini non sia ormai troppo ignorato dalle regole a cui siamo soggetti in Italia. L'incertezza regna sovrana e ancora non emerge una proposta chiara e convincente.
TAG: domini