Su madonna.com la scomunica di Madonna

La popstar Ŕ convinta di potersi appropriare del dominio .com corrispondente. DeciderÓ l'arbitrato del WIPO che giÓ Ŕ intervenuto in molti casi che hanno coinvolto "vip" americani

Ginevra (Svizzera) - Madonna.com Ŕ un dominio registrato anni fa un produttore di pornografia che ne ha fatto un business. La popstar Madonna, che da tempo persegue i detentori di madonna.com, ha ora deciso di ricorrere alle "maniere forti" per ottenere la disponibilitÓ del nome a dominio che ritiene debba esserle assegnato di diritto.

Madonna (al secolo Luisa Veronica Ciccone) ha avviato un ricorso presso l'Organizzazione mondiale per la proprietÓ intellettuale (WIPO) sostenendo che il dominio internet le appartiene in quanto Ŕ detentrice del copyright sul termine "Madonna".

Il cybersquatter - secondo Madonna - Ŕ Dan Parisi, celebre produttore hard core della Whitehouse.com, ora accusato dalla cantante di aver "preso in ostaggio il nome a dominio". Il passaggio della "pratica" nelle mani del WIPO potrebbe portare ad una risoluzione del caso giÓ nelle prossime settimane, dopo che per quasi due anni Madonna e Parisi si sono fronteggiati a suon di comunicati stampa.
TAG: domini