Gli sparamessaggini si danno la mano

AOL ha iniziato i test della sua nuova piattaforma di instant messaging che dovrebbe portare compatibilitÓ fra i vari softwarilli di settore

Washington (USA) - Il caotico e litigioso mondo dell'instant messaging (IM) conoscerÓ presto una nuova parola: compatibilitÓ.

AOL, che durante la sua fusione con Time Warner promise alla Federal Communications Commission (FCC) americana di rendere la sua piattaforma di sparamessaggini compatibile con quella dei suoi concorrenti, ha appena presentato ai federali un dettagliato piano su come rendere interoperabile il proprio network di IM con quello di altri fornitori di servizi.

Il protocollo sviluppato da AOL si basa su alcuni standard rilasciati lo scorso anno dalla Internet Engineering Task Force (IETF) e supportati anche dal consorzio IMUnified (a cui partecipano i maggiori concorrenti di AOL, fra cui Microsoft, Yahoo! e Excite@Home).
Utilizzando questi standard, all'inizio del mese AOL ha creato un primo prototipo di client IM di cui ora il colosso testerÓ l'interoperabilitÓ. In seguito, AOL finalizzerÓ gli accordi con diverse aziende leader del settore per costruire quei ponti che, un domani, consentiranno agli utenti di client di differenti produttori di comunicare fra loro.

Secondo il rapporto presentato da AOL alla FCC, l'interoperabilitÓ fra diverse piattaforme di IM non sarÓ per˛ nÚ facile nÚ indolore. I problemi tecnici da superare sembrano parecchi, tanto che AOL non ha ancora fatto previsioni sui tempi di rilascio della prima versione definitiva della nuova piattaforma. Le maggiori sfide saranno quelle sulla sicurezza e sul ritardo che i pacchetti incontrano nel viaggiare da una rete all'altra.
TAG: sw