Anche AMD varca la soglia del GHz

Dopo il Pentium III anche l'Athlon entra nell'era post-GHz con un nuovo modello da 1.100 MHz. Nel duello fra super-chip AMD sembra ancora avvantaggiata sul piano della produzione in quantità

Sunnyvale (USA) - A distanza di quasi un mese dall'annuncio di Intel del Pentium III a 1,13 GHz, AMD riapre le danze rispondendo con un nuovo modello di Athlon Thunderbird da 1,1 GHz su Socket A.

Nonostante il big di Santa Clara questa volta abbia giocato d'anticipo, superando per prima la barriera del GHz, è altrettanto vero che gli esemplari di Pentium III a 1,13 GHz in circolazione sono pressocchè introvabili, mentre AMD potrà contare, già a partire da settembre, su di un buon quantitativo di chip.

Come tutti i Thunderbird, anche questo nuovo Athlon può contare su di una cache L2 integrata di 256 KB, una cache L1 da 128 KB, estensioni multimediali Enhanced 3DNow! e bus di sistema da 200 MHz.
In previsione di questo nuovo rilascio, AMD ha tagliato, all'inizio di questo mese, i prezzi di tutta la restante gamma di CPU Athlon : partendo dagli 853$ di questo nuovo modello a 1,1 GHz, si passa ora per i 612$ della versione a 1 GHz, per arrivare ai 215$ dell'800 MHz, l'attuale versione entry-level (tutti i prezzi sono per quantitativi di 1000 unità).

Dai primi benchmark pubblicati on-line, fra cui quelli dell'autorevole Planet Hardware, si evince - come del resto ci si attendeva - che il nuovo mostriciattolo di silicio di AMD vanta prestazioni molto vicine a quelle del Pentium III da 1,13 GHz, sebbene questo possa ancora contare, aiutato talvolta anche dal software, su di un pizzico di sprint in più.