Windows XP: motori accesi

Con la Release Candidate 2, il nuovo Windows arriva all'ultima fase di testing e si prepara al lancio del 25 ottobre. Spazzati via Smart Tag e qualche baco. Ma sul debutto ora si addensano nubi legali. Ecco cosa sta accadendo

Windows XP: motori accesiRedmond (USA) - Windows XP è ormai ad un solo passo dal debutto, atteso per il 25 ottobre. Nel fine settimana Microsoft ha infatti rilasciato l'ultima versione di test di Windows XP, la Release Candidate 2 (RC2), che arriva a circa un mese di distanza dalla RC1.

La nuova versione, l'ultima prima della "gold" (quella definitiva e pronta alla commercializzazione), porta il numero di build 2526 (la RC1 era la numero 2505) ed è già disponibile per il download a coloro che negli scorsi mesi si sono iscritti al Windows XP Preview Program.

A differenza della RC1, che poteva essere ordinata anche su CD dietro una somma di circa 20$, la nuova release candidate sarà disponibile soltanto come download. Fra l'altro, per alcuni pasticci commessi da Microsoft nell'ambito del Preview Program, coloro che hanno ordinato il CD della RC1 lo stanno ricevendo soltanto in questi giorni.
Come si ricorderà, in seguito ad un bug nel sistema dei download di Conxion, lo scorso mese un certo numero di persone non autorizzate ha potuto scaricare dal sito una copia della RC1: un'immagine ISO da circa 500 MB che, grazie ad un crack rilasciato poco tempo dopo, poteva essere utilizzata senza codice di attivazione e senza limiti di tempo.

Fra questa e la precedente release candidate le novità sono davvero poche, tanto che Microsoft ha consigliato ai tester che non possiedono connessioni ad Internet a larga banda di evitarsi il fastidio di scaricare la RC2 e continuare, piuttosto, il testing della RC1.

Rispetto alla versione precedente, Microsoft ha corretto, in questa RC2, diversi bug legati all'hardware ed ha migliorato la compatibilità con il software preesistente. Come previsto, il big di Redmond ha poi eliminato i tanto discussi Smart Tag e ha introdotto la possibilità, per l'utente, di disinstallare Internet Explorer.

Microsoft ha invitato tutti i tester della RC2 di provare a fondo il Dynamic Update, una funzione che consente a Windows XP di scaricare gli ultimi aggiornamenti direttamente in fase di installazione del sistema.

Quest'ultima release candidate, installabile come aggiornamento della precedente, arriva in edizione Home, Professional e a 64 bit. La versione Release to Manufacturer (RTM) è attesa verso la seconda metà di agosto, dopodiché tutto dovrebbe essere finalmente pronto per l'inizio della produzione in serie dei CD che arriveranno nelle vetrine a partire dal 25 ottobre, il giorno del grande debutto. Sempre che il grande debutto ci sia...
TAG: microsoft
150 Commenti alla Notizia Windows XP: motori accesi
Ordina
  • Che ridere che mi faranno tutti quei poveri sprovveduti che passeranno a Win XP e che scopriranno, con amarissima sorpresa, che il 75 % dei loro videogiochi non funzioneranno più e se anche funzioneranno avranno prestazioni da schifo, abbassamenti di framerate paurosi, prestazioni degne di un Pentium 75 con 16 mega di ram anche sull'ultimissimo pentium 4 a 1700 mhz + superscheda video Geforce3... e questo nonostante che i truffatori della Micro$oft strombazzino tra le caratteristiche del nuovo tentativo d'aborto malriuscito di OS una particolare attenzione alla compatibilità con i sistemi precedenti: caratteristica che è stata ovviamente subito smentita dalle versioni beta.
    COMPRATE, COMPRATE WIN XP!!!
    non+autenticato
  • Qualche giorno fa sono andato con un'amica a comprare un portatile , costo poco piu' di 2.000.000, Celeron 650 mobile, Scheda videl ATi8MB, 64MBram e.... WinMe(rda)
    preinstallato:
    Mai vista una tal CIOFECA! Leeeento da far venire il sonno: capperi! Un Celestronz 650 MHz!!! La colpa ovviamente non e' nella macchina in se ma in quella spazzatura di WinMe(rda) che ci hanno vomitato dentro.
    Non credo che, sullo stesso hardware, WinXP potra' comportarsi meglio.

    Per la cronaca Win98 su un PII233 (stessa quantita' di ram) faceva faville (in confronto).

    Eh si... l'industria aspetta proprio WinXPerience... vedrete che bella esperienza...
    non+autenticato

  • Gates & Amici hanno iniziato a copiare la GUI apple/xerox e le "finestre" già fine 70 inizi 80, adesso si mettono anche a copiare l'interfaccia di OSX

    http://dewww.epfl.ch/%7Ecrivelli/windowsxp/

    poi copiano il brand "digital hub" che Jobs ha lanciato già da un annetto, insomma, questa Microsoft punta tutto sull'innovazione (degli altri, per poi copiarla) ?

    non+autenticato
  • E da quando Microsoft ha inventato qualcosa di nuovo?
    MS-DOS era una brutta copia di PC_DOS o Concurrent DOS gia' multitasking allora.

    Gates è un LADRO da sempre : il + bravo dei ladri.

    PaN^
    ^_°
    non+autenticato
  • A tutti quelli del mondo Linux vorrei ricordare che allora anche loro sono dei copioni, perche' X-Windows e' un'interfaccia a finestre, esattamente come quella di Apple ed MS Windows!!!
    Inoltre com'e' che su Linux c'e' anche la GUI che somiglia proprio al desktop di WIn95? Mi pare sia anche parecchio gettonata!

    Bill Gates e' il miglior commerciale del mondo, e tutte le altre aziende concorrenti dovrebbero prendere esempio!

    Non si puo' accusare Microsoft di Monopolio quando IBM ha fallito il lancio di OS/2 (progetto iniziato con Microsoft e poi scorrettamente toltogli, quindi erano pure in vantaggio tecnologico e non sono stati capaci di valorizzarlo), Lotus ha perso il dominio dei fogli elettronici per non aver voluto migrare su Windows al momento giusto, non che' ha distrutto AMI' che aveva il miglior word-processor per Windows 2.11 in assoluto... per non parlare di Borland, un fiasco commerciale dietro l'altro, ve ne ricordo alcuni in ordine sparso:

    1. Turbo C++ era il top, baco nella 4.5 sulla "new" + altre incertezze di continuita' del prodotto ha spostato gli sviluppatori su Visual C++

    2. Turbo Pascal ha perso terreno contro Visual Basic perche' e' stato mezzo dismesso e quando Delphi e' nato sulle sue ceneri era troppo tardi

    3. Il glorioso DB3 e DBXL (che pochi conoscono in Italia ma famosissimo in USA) dopo l'acquisto da parte di Borland di AshonTate e Wordtech, e' stato abbozzato un DB5 (pari al mix dei due) e poi tutto e' rimasto li' a mezz'aria fino a quando Access ha rubato l'intero dominio dei DB di fascia bassa

    Non si puo' accusare Microsoft per queste immense cazzate fatte dagli altri! Questa gente che ora fa la vittima si e' in realta' scavata la tomba da sola. C'e' poco da protestare ora.
    non+autenticato
  • Tu non hai capito un ca77o. Senza offesa.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Silvio
    > A tutti quelli del mondo Linux vorrei
    > ricordare che allora anche loro sono dei
    > copioni, perche' X-Windows e' un'interfaccia
    > a finestre, esattamente come quella di Apple
    > ed MS Windows!!!

    E' vero, il progetto della Xerox e' stato il capostipite di una serie di ulteriori sviluppi di cui SOLO quello microsoft si autodichiara "innovatore".

    > Inoltre com'e' che su Linux c'e' anche la
    > GUI che somiglia proprio al desktop di
    > WIn95? Mi pare sia anche parecchio
    > gettonata!

    Ovviamente non c'e' solo quella. Vedi il problema non e' la mera somiglianza ma questo pnso l'avrai gia' capito...

    > Bill Gates e' il miglior commerciale del
    > mondo, e tutte le altre aziende concorrenti
    > dovrebbero prendere esempio!

    Su questo concordo ma un po' meno sull' "esempio" dato che non e' sempre stato un esempio di trasparenza e correttezza.

    > Non si puo' accusare Microsoft di Monopolio
    > quando IBM ha fallito il lancio di OS/2
    > (progetto iniziato con Microsoft e poi
    > scorrettamente toltogli,

    No, non gli hanno tolto un bel nulla: hanno semplicemente (si fa per dire) divorziato ma M$ ha comunque mantenuto il SUO diritto di VETO (per tutelare il suo NT) sullo sviluppo di OS/2 da parte di IBM, mossa astuta ma scorretta.

    > quindi erano pure
    > in vantaggio tecnologico e non sono stati
    > capaci di valorizzarlo),

    E questo E' vero, poi hanno deciso di lasciare la fascia medio-bassa del mercato per concentrarsi su quella alta.

    > Non si puo' accusare Microsoft per queste
    > immense cazzate fatte dagli altri! Questa
    > gente che ora fa la vittima si e' in realta'
    > scavata la tomba da sola. C'e' poco da
    > protestare ora.

    Infatti chi e' causa del suo mal pianga se stesso ma questo non assolve M$ dalle sue scorrettezze che pure ci sono state.
    non+autenticato
  • July 30, 2001

    New Software, New Scrutiny for Microsoft
    By STEVE LOHR


    U.S. Seeks to Block a Microsoft Hearing (July 27, 2001)

    Microsoft Argues Against Expediting Case (July 21, 2001)

    Microsoft Sees Clear Victory on 'Bundling' (July 9, 2001)

       


        
        
    Get Stock Quotes
    Look Up Symbols



    Portfolio | Company Research
    U.S. Markets | Int. Markets
    Mutual Funds | Bank Rates
    Commodities & Currencies



    hree years ago, Microsoft (news/quote) was preparing to introduce a new version of its Windows operating system. The personal computer industry was eagerly awaiting the new offering. But federal and state antitrust regulators worried that Windows 98 would tighten Microsoft's grip on the computer industry and inhibit competition in ways they believed were illegal.

    The government faced a difficult choice: Sue to force Microsoft, the dominant company with the industry-standard operating system, to alter offending features of its product and risk unsettling a major industry, or stand aside, let the product be shipped and risk allowing a monopolist to march ahead unfettered?

    Federal and state regulators are again considering legal action to force Microsoft to alter a new system, Windows XP, which tightly integrates Internet services like music, instant messaging and shopping into this basic operating system.

    They face the same troubling alternatives as before. As Microsoft gets ready to ship Windows XP, antitrust regulators fear that the new operating system represents a rerun of the company's tried-and-true tactics ? some of which a federal appeals court agreed in June were illegal.

    "No strategic decision" has been made on asking a court to block or force modifications to Windows XP, said one person involved in the discussions.

    If the federal government and states are going to move, it would likely be soon. Windows XP is scheduled to go on sale Oct. 25, but the "final" code will be shipped to personal computer makers for installing on machines in August, Microsoft says.

    It is often forgotten that the Justice Department and a number of the states did take legal action to try to force Microsoft to alter the earlier Windows 98. When they filed their antitrust suit against Microsoft in May 1998 ? a month before Windows 98 went on sale ? the federal and state authorities also sought a preliminary order forcing Microsoft to change its new system. The judge hearing the case combined the antitrust case and the motion to alter Windows 98, allowing the software to be shipped without modification and on time.

    "It's the same situation as last time," said Andrew Gavil, a professor at Howard University law school in Washington. "The difference, though, is that now Microsoft has been found to be a monopoly and to have violated antitrust laws."

    Yet going to court could prove complicated and time-consuming. A preferred path, according to government officials, would be to prod Microsoft into settlement talks to modify certain planned features in Windows XP.

    The prospect of that happening is uncertain. A preliminary meeting on settlement was held by representatives of the Justice Department, states and Microsoft last week, and the session, which was brief, dealt mainly with procedural matters. No settlement talks are now scheduled this week, a person close to the talks said yesterday.

    The last time the Justice Department and states tried to force changes in Windows, the issues were Microsoft's bundling of Internet browsing software into the operating system and the company's contracts with PC manufacturers.

    The 1998 filing sought to give Microsoft a series of options, such as removing its browsing software from Windows, or carrying a competitor's browser. Microsoft found all of the government's suggested options unpalatable. The Justice Department and states also requested that Microsoft bear most of the costs that the changes would have imposed on the computer industry.

    Now, because of the antitrust ruling against Microsoft, the government and states think that "the bar has moved substantially" in their favor since 1998, according to one person involved in the antitrust case against the software maker. "At the time, there was a lot of uncertainty about how the legal arguments would play out," he said. "The legal issues are a lot clearer now."

    But to force Microsoft to alter Windows XP and unbundle some features, a court would presumably have to find that the media playing, instant messaging and other software have some of the same characteristics as Internet browsing software and the Java programming language ? that similar features offered by competitors could weaken Microsoft's operating system monopoly.

    While it has been found to have violated the nation's antitrust laws, Microsoft replies that the ruling against it should have no impact on its plans to ship Windows XP. The ruling, Microsoft says, focused in large part on its contracts with industry partners, and Microsoft recently gave personal computer makers greater flexibility in putting competitors' software on the Windows XP desktop.

    The court decision did find, in a couple of respects, that the way Microsoft integrated its browser with Windows was illegal. But Microsoft is asking the appeals court, the United States Court of Appeals for the District of Columbia Circuit, to reconsider its finding that the company illegally blended, or "commingled," browsing and operating system codes.

    The appeals panel vacated a ruling by the federal district court on "tying" new features to the operating system, and sent it down to a new district court judge to reconsider. The appeals judges also defined a standard for weighing competitive harm against consumer benefits in deciding whether a product-bundling decision of a monopolist, like Microsoft, should be permitted.

    Microsoft says that the new features in Windows XP ? the media player, instant messaging, shopping and personal identification software ? would pass muster. Some rivals might suffer, in Microsoft's view, but users and the broad economy would benefit.

    "Windows XP is a great product loaded with consumer innovations," said Vivek Varma, a spokesman for Microsoft. "And the entire PC industry is looking forward to the launch of Windows XP."

    Should the government and states seek a court order to force Microsoft to modify the new operating system, the economic effect would be a consideration for the court. A federal judge would presumably weigh the likelihood that Windows XP violates the law, and the anticompetitive harm that would result from allowing Microsoft to proceed, against the economic harm that might result from forcing changes in Windows XP.

    The personal computer industry, suffering through a downturn and laying off workers, is undoubtedly looking forward to the new operating system. "The PC industry wants any reason it can find to encourage people to buy more PC's
    non+autenticato
  • Non ci sara' piu' Clippy! Pensate alle ore di lavoro che si guadagnano senza quel pestifero rompicogl0ni!!!

    non+autenticato
  • ROTFL
    Sorride)))
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)