Intel a 0,13 micron sui portatili

Arrivano le versioni mobile dei nuovi Pentium III Tualatin, chip a 0,13 micron che sfidano l'Athlon 4 e promettono notebook meno cari

Santa Clara (USA) - Dopo aver debuttato sul mercato a giugno con la versione server, la nuova famiglia di Pentium III a 0,13 micron, nome in codice Tualatin, arriva ora nella ben più attesa versione mobile.

I nuovi chip mobile, battezzati Pentium III-M, giungono sul mercato nelle frequenze a 866 MHz, 933 MHz, 1 GHz, 1,06 GHz e 1,13GHz, al prezzo rispettivamente (per ordini di mille unità) di 251$, 284$, 401$, 508$ e 637$.

Il nuovo core Tualatin a 0,13 micron con interconnessioni al rame permetterà ad Intel di estendere la vita dell'architettura PIII, soprattutto nel settore mobile, visto che in quello desktop il chipmaker punta tutto sui Pentium 4. I nuovi chip sono più piccoli, consumano meno, generano meno calore, abbattono i costi di produzione e possono spingersi a frequenze prossime ai 2 GHz di clock.
I nuovi PIII utilizzano un front-side bus a 133 MHz ed una cache di secondo livello pari a 512 KB, inoltre adottano la nuova versione della tecnologia SpeedStep per la gestione dei consumi.

I PIII-M si pongono come diretti concorrenti dei recenti Athlon 4 di AMD e dei nuovi Crusoe di Transmeta, tre case impegnate anima e corpo nella conquista di un mercato, quello dei chip a basso e bassissimo consumo, che sta conoscendo un boom senza precedenti.

Intel oggi dovrebbe annunciare anche il suo nuovo chipset mobile i830 con grafica integrata, prima conosciuto con il nome in codice di Almador. Questo chipset è adatto per funzionare con ogni tipo di notebook e mira a tagliare i costi di produzione e progettazione dei PC portatili.

Entro i primi di settembre, Intel dovrebbe rilasciare una versione a 1,2 GHz dei PIII-M e nel contempo ridurre i prezzi dei restanti modelli.