Telefonia via Internet, ora si può

Per anni abbiamo raccontato con un qualche scetticismo la nascita e lo sviluppo di servizi di telefonia online. Ora, con la complicità di una connettività sempre migliore e di nuove tecnologie di compressione, le cose sono cambiate

Telefonia via Internet, ora si puòRoma - Basta agganciare un microfono al computer e comporre un numero sulla tastiera per chiamare un qualsiasi telefono fisso. Questa operazione, semplice da tempo e oggi ancora più facile con i nuovi servizi di telefonia online, una volta la compivano solo gli aficionado della telefonia sperimentale, quelli che sorridevano durante una conversazione anche se al posto delle congiunzioni, tra una parola e l'altra, si udivano solo pernacchie o, in alternativa, il silenzio più assoluto.

Un tempo, telefonare via Internet significava entrare in contatto diretto con i ritardi nella spedizione dei pacchetti in un network congestionato, significava rimpiangere la telefonia intercontinentale, quella che fino agli anni '80 trasformava in una sinfonia di contorte eco le chiamate da una sponda all'altra dell'Atlantico. Era un'emozione per chi credeva in un futuro a banda larga. Ora, però, le cose sono cambiate.

A far capire che tirava un vento nuovo ci ha pensato ancora una volta un'azienda americana, Net2Phone, che per prima ha lanciato su larga scala negli States un servizio che consente di chiamare un qualsiasi telefono dal proprio computer. Un servizio che nel tempo si è affermato così tanto da iniziare a dar fastidio al colosso AT&T per le chiamate sulla lunga distanza, fino a costringere la principale compagnia telefonica statunitense ad un accordo, vantaggioso per sé e per Net2Phone.
Il successo di Net2Phone è stato travolgente - non a caso ormai l'azienda pensa all'Europa con la stessa percentuale di libido di qualsiasi altra multinazionale tecnologica nata e cresciuta nella valle di silicio - al punto che produttori del calibro di Panasonic hanno iniziato a produrre telefoni ad hoc capaci di interfacciarsi con la rete tradizionale e con la rete su IP.

In Italia ha fatto notizia, perché qualsiasi cosa faccia Tiscali finisce per fare notizia, l'annuncio della nascita di Voispring, sistema che realizza in pratica l'idea della telefonia via Rete. Tiscali ha compreso prima delle altre compagnie telefoniche italiane che questo non significa fare concorrenza a sé stessi quanto piuttosto guardare avanti. E lega la sua offerta ai propri servizi Internet, a FlatZero e alla rete di proposte con cui l'azienda di Renato Soru tiene legati a sé i propri clienti.

Che oggi la telefonia via Internet non sia più una chimera ma un dato possibile lo dimostrano anche i meno noti, come Picus, capaci di realizzare anche qui da noi un sito semplice semplice, di attivare una registrazione online facile facile e di consentire chiamate veloci veloci da computer a telefoni fissi in Italia.

Provare per credere, che sia Picus o Net2Phone, che sia di Davide o di Golia, la telefonia online sta crescendo, la qualità è più che sufficiente e non c'è più motivo di ricorrere, per chiamare la mamma o la nonna, ai servizi telefonici tradizionali. Con buona pace di tariffone, tariffette e sconticini.

Paolo De Andreis