Spot ingannevoli: TIM, Wind, Tele2 e Omnitel

Alcuni dei più grossi nomi delle TLC italiane figurano tra le aziende colpite dai provvedimenti dell'Autorità antitrust. Come sempre i provvedimenti sono tardivi e le sanzioni inesistenti e improbabili

Spot ingannevoli: TIM, Wind, Tele2 e OmnitelRoma - Tra i bersagli dei provvedimenti di garanzia del mercato presi dell'Autorità antitrust continuano a giocare un ruolo da leoni i giganti della telefonia italiana. In particolare, stando al bollettino n. 27 pubblicato dall'Authority, hanno violato le leggi sulle pubblicità, seppure in modo diverso: TIM, Wind, Tele2 e Omnitel.

Per quanto riguarda Wind, sotto accusa è finita l'offerta "GoWind", che riguardava il telefonino Ericsson A2618s. Contro la pubblicità diffusa dal sito internet di Wind, wind.it, i consumatori sostenevano che "il messaggio segnalato sarebbe ingannevole, in quanto indicherebbe tra le caratteristiche tecniche del telefono cellulare pubblicizzato l'"avviso di chiamata a vibrazione", di cui il telefono risulterebbe invece sprovvisto."

La pubblicità era apparsa lo scorso novembre sul sito di Wind e già a dicembre Wind aveva deciso di modificarla. Ora l'Autorità ha deciso che quel messaggio "costituisce, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole ai sensi degli artt. 1, 2, e 3, lettera a), del Decreto Legislativo n. 74/92 e ne vieta l'ulteriore diffusione." Le sanzioni? Se la pubblicità tornerà online è previsto l'arresto (?) fino a tre mesi e un'ammenda fino a cinque milioni di lire.
Per Tele2 i fatti sono più recenti. Nel febbraio 2001 un messaggio pubblicitario era stato attaccato dai consumatori perché non includeva lo scatto alla risposta tra le indicazioni tariffarie apparse su un giornale di Pavia.

"Nel corso dell'istruttoria - si legge sul bollettino dell'Autorità - la società Tele2 ha sostenuto che il messaggio in esame, omissivo dell'indicazione dello scatto alla risposa, è stato pubblicato esclusivamente per fatto colposo dell'agenzia pubblicitaria Ogilvy & Mather. Tele2, a seguito dell'avvio del procedimento, avrebbe prontamente dato disposizioni per farne interrompere la pubblicazione, adoperandosi nel contempo a rimediare all'errore stesso, pubblicando il messaggio comprensivo dell'indicazione relativa all'esistenza di un addebito alla risposta." Ciò nonostante a luglio l'Autorità ha stabilito che il messaggio era ingannevole "e ne vieta l'ulteriore diffusione". Anche in questo caso, qualora il messaggio, già corretto, sia ripresentato da Tele2, scatterebbe "l'arresto fino a tre mesi e con l'ammenda fino a cinque milioni di lire".

L'Autorità ha anche deciso di intervenire sulle tariffe di TIM. Il 22 febbraio di quest'anno uno spot RAI e una pubblicità sul quotidano "LaRepubblica" erano stati denunciati da un consumatore. Il primo riguardava lo spot "Carta Amici TIM", il cui "prezzo" era indicato al netto dell'IVA e le altre informazioni tariffarie erano pubblicate in caratteri molto piccoli. Il secondo, relativo a "Long TIM Premium", in caratteri minuscoli elencava una lunga lista di eccezioni all'applicazione del profilo tariffario ed era manchevole delle segnalazioni di alcune caratteristiche.

Sulle due questioni l'Autorità ha deciso che il messaggio pubblicitario relativo alla promozione "Carta Amici TIM" "costituisce, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole (...) e ne vieta l'ulteriore diffusione". E che "il messaggio pubblicitario relativo all'opzione tariffaria "Long TIM Premium" (...) costituisce, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole (...) e ne vieta l'ulteriore diffusione."

Le sanzioni? Sempre quelle: se gli spot vengono ripresentati tal quali, TIM rischia l'arresto e ammende fino a cinque milioni di lire.

Decisamente più "tempestive", per così dire, le decisioni dell'Autorità sulla pubblicità delle tariffe "Al Secondo" e "Al Secondo Friends" di Omnitel. Tariffe che, secondo l'Associazione Consumatori Utenti, erano pubblicizzate in modo ingannevole perché non indicavano "correttamente" il costo del servizio. Anche per Omnitel è scattato il divieto al riutilizzo dello stesso messaggio pubblicitario. Arresto e sanzioni fino a cinque milioni dietro l'angolo, dunque, solo se quegli spot si faranno rivedere in giro...
TAG: mercato
10 Commenti alla Notizia Spot ingannevoli: TIM, Wind, Tele2 e Omnitel
Ordina
  • Arresto fino a tre mesi? Legge del '92?
    Un governo Andreotti, se ben ricordo?
    Peccato!, Mi sono sbagliato, pensavo che tanta
    *fantasia*, al potere, fosse venuta solo più tardi!
    Immagino che in galera ci andrebbero gli A.D. o i dirigenti, proprio come per il caso Montedison,
    Ma l'inganno commerciale è grave come provocare la morte per malattia? (e poi io non ho mai confuso una ricaricabile con una ricarica, e se è per quello neanche con una ricaricata!!!)
    Gde.
    non+autenticato

  • Ci vorrebbe una commissione veloce che valuti la correttezza delle campagne pubblicitarie PRIMA di metterle in giro, e eventualmente le blocchi prima che partano.

    Nel caso che le disposizioni della commissione non siano rispettate pienamente ci vogliono multe in percentuale sul giro d'affari che si stima che una campagna pubblicitaria potra' generare (o qualche altro sistema proporzionale).

    Ma chiunque proponesse in parlamento una cosa del genere sarebbe subito etichettato come Komunista! Antiliberale! Bolscevico! ecc, ecc,...

    Allora teniamoci il nostro bel liberismo sfrenato, anche l'italia si avvia a diventare "the land of opportunity" , compresa l'opportunita' di prenderla nel didietro...

    paolox

    www.kontrokultura.org

    non+autenticato
  • A genova per far saltare qlc testa di ufficiali di polizia (i soliti capretti espiatori) hanno "dovuto" commettere un massacro fra la gente.


    Voglio proprio vedere chi paghera' per queste truffe (e sottolinerei TRUXXE se non fossero legali) e quando ...

    Tuuuut
    Telecom Italia. Buongiorno. ^__^
                                | |
    non+autenticato
  • Chi si ricorda della pubblicità delle ricaricabili Omnitel dove ... "paghi 50.000 e ne ottieni una da 100.000"? Il mio tabacchino ha detto che non era vero. Ma come? E la pubblicità? Allora ho chiesto ad un amico che lavora come dirigente in Omnitel e, tra i sorrisetti (del tipo... siamo o non siamo furbi?) mi ha spiegato che è il popolo ad essere ignorante perchè la "ricaricabile" è una tessera nuova con un nuovo numero, mentre quella che chiedevo io è la "ricarica"! Ah... chiaramente è colpa mia se non conosco le terminologie tecniche usate in Omnitel!
    non+autenticato


  • - Scritto da: wolfPD
    > Chi si ricorda della pubblicità delle
    > ricaricabili Omnitel dove ... "paghi 50.000
    > e ne ottieni una da 100.000"? Il mio
    > tabacchino ha detto che non era vero. Ma
    > come? E la pubblicità? Allora ho chiesto ad
    > un amico che lavora come dirigente in
    > Omnitel e, tra i sorrisetti (del tipo...
    > siamo o non siamo furbi?) mi ha spiegato che
    > è il popolo ad essere ignorante perchè la
    > "ricaricabile" è una tessera nuova con un
    > nuovo numero, mentre quella che chiedevo io
    > è la "ricarica"! Ah... chiaramente è colpa
    > mia se non conosco le terminologie tecniche
    > usate in Omnitel!
    e il tuo amico non sa che se tecnicamente-giuridicamente puo' essere corretta, eticamente
    non lo e': ecco il customer care all'italiana...
    non+autenticato
  • vorrei citare un'altro caso di Omnitel, cioè la tanto pubblicizzata SummerCard, dove Omnitel PROMETTE telefonate a 3 lire al secondo, senza scatto alla risposta, con tarrifazione al secondo.
    Peccato che tale offerta è disponibile SOLO per i piani tariffari A SECONDI, mente per tutto gli altri (come il mio..) la summercard offre telefonate a 230 lire al min con tariffazione ogni 10 sec (+ scatto alla risposta..)
    gran bella truffa.. visto che questa bellissima sopresa l'ho scoperta SOLAMENTE DOPO l'acquisto della cartaservizi,e SOLAMENTE dopo aver scelto l'opzione di sapere maggior informazioni sulla summer card.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)