Affonda lo spielbergiano Pop.com

Se ne parlava da anni, aveva assunto decine di persone lo scorso ottobre, non aveva ancora avviato il proprio business nÚ trovato investitori o compratori. Ora fallisce e licenzia

Los Angeles (USA) - Misera fine quella di Pop.com, il sito voluto anni fa da Steven Spielberg e Ron Howard e che in questo tempo non Ŕ riuscito a partire nÚ a trovare nuovi investitori nÚ ad attirare compratori, al punto da chiudere baracca e burattini. Entro il week-end sarÓ licenziata la maggiorparte delle 80 persone assunte per realizzare il sito.

Pop.com era stato annunciato come un sito pieno di grandi ambizioni in linea con i grossi nomi di Hollywood che aveva alle spalle. Avrebbe dovuto essere produttore e cassa di risonanza per materiali multimediali di intrattenimento, audio e video, musica e film.

Una sorta di "etichetta digitale" il cui fallimento prematuro preoccupa, a sentire Associated Press, numerosi altri operatori del settore. Occorre anche ricordare che giÓ nei mesi scorsi era morto un altro progetto di grande respiro, il Digital Entertainment Network, defunto sotto il peso di un modello di business troppo pesante per la spinta ancora troppo leggera che la Rete poteva offrire.
TAG: mondo