RoboCup 2001, il calcio visto dai robot

A Seattle si sta disputando la quinta edizione del campionato del mondo di calcio fra robot. Presente anche l'Italia

Seattle (USA) - E' partita ieri a Seattle RoboCup 2001, la quinta edizione dell'ormai noto campionato del mondo di calcio fra robot. L'evento, che si disputa per la prima volta in territorio americano, avrà termine il 10 agosto e rappresenterà un altro piccolo passo avanti nella sfida dichiarata di battere la squadra di calcio "umana" campione del mondo entro il 2050.

Fra i 111 team intervenuti a questa edizione della RoboCup, messi in campo da 23 università provenienti da tutto il mondo, l'Italia è rappresentata da SPQR (Soccer Player Quadruped Robots), il team schierato dell'Università La Sapienza di Roma in collaborazione con NETikos, una società del gruppo Telecom Italia che sviluppa prodotti e servizi per il mobile Internet.

La squadra, già scesa in campo a Parigi lo scorso aprile alla RoboCup Camp 2001, si presenta a questo nuovo appuntamento con alcune importanti novità nel software, fra cui il sistema di localizzazione basato sul riconoscimento delle linee di gioco, il sistema di coordinamento per l'assegnazione dinamica dei ruoli durante la partita ed il sistema di decisione in grado di sviluppare strategie in tempo reale in risposta a numerosi eventi, come l'"infortunio" di un robot.
Come in ogni torneo di questo tipo, i robot, frutto di costosi progetti di intelligenza artificiale, non sono in alcun modo guidati dall'esterno. Una volta in gioco agiscono autonomamente vedendo la palla, riconoscendo il campo, distinguendo i compagni dagli avversari e comprendendo quale di loro è in posizione migliore per intervenire.

La RoboCup è una delle più importanti competizioni fra robot al mondo e, come dice il suo inventore, Hiroaki Kitano, lo scopo ultimo è quello di applicare le tecnologie sviluppate per questi robot in ambiti industriali e sociali.

Quest'anno debutteranno sul campo anche alcuni robot umanoidi che, al posto di ruote o cingoli, saranno dotati di gambe meccaniche con cui, nel 2050, qualcuno (ma non molti...) spera potranno riuscire a dribblare giocatori in carne ed ossa e magari vincere la prima storica partita di calcio fra uomini e macchine.
TAG: ricerca
12 Commenti alla Notizia RoboCup 2001, il calcio visto dai robot
Ordina
  • A me risulta che anche presso l'universita' di Genova sia presente un robot che ha partecipato (con ottimi risultati) ai tornei degli anni precedenti.

    Ciao.
    non+autenticato
  • L'autore dell'articolo può postare la sua email???
    dovrebbe spiegare a un bel po' di persone come mai un progetto, l'ART, frutto del coordinamento di vari dipartimenti di ricerca di università italiane, appare nel suo articolo come frutto degli sforzi di un'unica università, quella di roma...

    grazie
    non+autenticato
  • Da una chiaccherata fatta un mesetto fa con uno studente di ingegneria informatica di Udine mi risulta che un contributo sia giunto anche da li', ma non so dire di che tipo.

    Evidentemente i comunicati ufficiali non hanno saputo render merito a tutti quelli che stanno contribuendo a questo progetto.
    non+autenticato
  • Qua nessuno ha nominato l'università di Padova... eppure due dei robottini che formano la nazionale li facciamo proprio noi qui a padova, uno lo fanno a roma, uno a pisa e uno a pavia.

    Mi pare che la sproporzione sia evidente, s eteniamo conto che noi ci siamo anche beccati la rogna del sistema di localizzazione con le telecamere e di progettare il portiere...

    Putroppo devo concordare: magari noi non abbiamo grosse aziende alle spalle, solo la passione di qualche prof e di decine di studenti...
    mah! ;o)
    non+autenticato
  • Ma il vostro progetto riporta documentazione online?

    (in special modo il visore stereo)


    dall'articolo sembra che ha fatto tutto a Roma..
    tztztz, io, in voi, mi sarei inca....ato come un orango..
    non+autenticato
  • > Qua nessuno ha nominato l'università di
    > Padova... eppure due dei robottini che
    > formano la nazionale li facciamo proprio noi
    > qui a padova, uno lo fanno a roma, uno a
    > pisa e uno a pavia.

    A Roma 2: Tottino e Ronaldino

    > Putroppo devo concordare: magari noi non
    > abbiamo grosse aziende alle spalle, solo la
    > passione di qualche prof e di decine di
    > studenti...
    > mah! ;o)

    Nemmeno a Roma ci sono aziende alle spalle, e la sede del progetto è qui.
    non+autenticato
  • Io sono uno sutdente di ingegneria a Padova, e ho avuto il piacere di discorrere con uno dei 2 team padovani che ha partecipato alla scorsa edizione (o forse mi sbaglio ed era quella ancora prima).
    Il team era costituito da un meccanico, un informatico, un telecomunicazionista e 2 elettronici, tutti studenti del 5° anno. Ebbene parlando col capo progetto, gli chiesi ad un certo punto come mai non mi ricordavo del loro team nonostante "Le Scienze" (ed. italiana della rivista "Science") avesse fatto un resoconto della competizione. Questi mi confermò che la prima squadra padovana (composta dai "professoroni") avesse avuto gli onori della cronaca nonostante avesse segnato un solo goal in tutta la competizione, mentre loro, sconosciuti studentelli non hanno ricevuto una riga nonostante 50 goals e la finalissima persa solo ai rigori. Mi chiedo se il trattamento riservato dai giornalisti scientifici dipenda dalle amicizie fra questi ed i cosiddetti "Luminari"...
    non+autenticato
  • Mi sembra partecipasse anche l'università di Trieste... e che fossero anche bravini...


    Non hanno la PelecomItalia alle spalle, forse per questo non sono citati.


    Comunque:
    peccato non poter essere parte del progetto.
    non+autenticato
  • Triesteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
    stai scherzando spero
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)