Spagna: navighi in ufficio? Licenziato

La sentenza di uno dei massimi tribunali spagnoli mette in chiaro cosa accade se si usa, o si abusa, della rete

Barcellona - Licenziamento per giusta causa senza indennizzo: questo è quanto d'ora in poi potrà accadere al lavoratore spagnolo che abbia utilizzato per scopi personali la connessione ad internet.

Ad emettere una sentenza che mette il punto ad una situazione di incertezza è stato il Tribunale supremo della Catalogna, secondo cui l'accesso è un bene fornito dall'azienda che può essere utilizzato ai soli scopi produttivi.

La decisione del tribunale si riferisce ad un caso aperto da una ex dipendente dell'industria cosmetica Dermofarm che contestava il licenziamento. L'azienda aveva deciso di "disfarsi" dell'impiegata dopo aver scoperto che passava diverse ore connessa a siti che non hanno nulla a che vedere con il lavoro.
L'impiegata si era ribellata, sostenendo che i siti visitati, inclusi quelli di VIP e chat sul tema, erano necessari per comprendere le tendenze internazionali, a suo dire estremamente importanti per lo svolgimento del suo lavoro. E proprio per questo, in primo grado, l'impiegata era riuscita ad ottenere una vittoria. Ma ora il Tribunale ha deciso che "tanto la frequenza quanto il contenuto dei messaggi" che l'impiegata avrebbe inviato come conseguenza delle sue "attività online", dimostrano "una chiara infrazione ai doveri di fedeltà lavorativa".
TAG: mondo
8 Commenti alla Notizia Spagna: navighi in ufficio? Licenziato
Ordina
  • Dovrebbero licenziare tutti, compreso il capo.
    non+autenticato
  • Bahhhhh, che vergogna...a soli scopi produttivi...vogliono macchine non persone, ma le macchine stipendiate non li comprano poi i prodotti quindi devono trovare un compromesso: pagare persone ma non trattarle come tali
    non+autenticato
  • ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    non+autenticato
  • Ti vorrei vedere un giorno, quando avrai la tua aziendina, magari piccola, e troverai che i tuoi dipendenti passano il 50% delle ore lavorative su internet... Auguri.
    non+autenticato
  • Veramente se io avessi una piccola azienda (ma anche una grossa, perche' no?) mi preoccuperei di piu' di capire se il lavoro comunque fatto da qualsiasi dipendente (compresi i dirigenti)corrisponde al livello che ci aspetta che il qualsiasi dipendente effettui affinche' l'azienda medesima ne possa trarre il giovamento (utilita? utile?) previsto in relazione alle incombenze e alle responsabilita' che al qualsiasi dipendente spettano. Se l'esito del riscontro fosse positivo penso che non mi importerebbe sapere se il dipendente qualsiasi oltre a lavorare legge il giornale, fuma (negli appositi spazi), naviga su Internet o altro. Se invece l'esito fosse negativo, non mi riterrei soddisfatto solo perche' il dipendente qualsiasi pero' non legge il giornale per i fatti suoi, non fuma o non naviga su internet. Io personalmente sono testimone dell'esistenza di lavoratori i quali non navigano su internet (perche' non interessa loro) ma in compenso per buona parte del loro tempo di lavoro chiacchierano dei fatti loro oppure non fanno assolutamente niente (ma si lamentano di avere troppo lavoro e per questo vengono lasciati in pace). E ritengo che costoro se fossero nella mia piccola (groossa?) azienda sarebbero sicuramente un onere (e non una risorsa)
    non+autenticato
  • zi badrone, dobbiamo zoldando laborare!
    Che siete pazzi? volete usufruire della rete del vostro capo? (leggasi "RE").
    non+autenticato
  • In molte aziende anche piccole è presente un'auto aziendale, alcuni dipendenti l possono utilizzare per motivi di lavoro, poi mentre sono in giro si fermano a comprare il giornale o le sigarette, e la cosa é tollerabile. Non vanno a farsi la giornata al mare durante le ore di lavoro solo perché c'é a disposizione una macchina! La stessa cosa vale per il caso in oggetto, anche perché le persone in questione sono pagate per fare un determinato lavoro e se vogliono navigare su internet per i cavoli loro hanno due possibilità: lo chiedono, e non c'é niente di male a chiedere, o lo fanno a casa loro.
    non+autenticato
  • La questione non è definire "abuso" un comportamento, perché è un'ottica tutta centrata sulle regole, anziché sui risultati.
    Il quesito è: se va al mare nelle ore di lavoro, ma poi lavora di notte, di domenica, durante la finale di coppa campioni o quando gli pare e mi porta i risultati che attendevo, mi produce un valore maggiore del consumo di benzina, di freni, di olio, ecc.?
    In molti casi - certo per la gran parte dei dipendenti che hanno un'automobile come benefit aziendale! - la risposta è sì.
    In piccolo, vale lo stesso discorso per Internet. A me "Il Grande Fratello" è sembrata una trasmissione ripugnante, ma mi è capitato di osservare - proprio nella piccola impresa di cui faccio parte - una delle segretarie che andava sul sito a vedere cosa facevano quei quattro sgallettati. A NESSUNO è venuto in mente di riprenderla! Potevamo compatire la sua povertà di svago, ma se quello era il suo modo per staccare, perché no?



    - Scritto da: Massimiliano Scaletti
    > In molte aziende anche piccole è presente
    > un'auto aziendale, alcuni dipendenti l
    > possono utilizzare per motivi di lavoro, poi
    > mentre sono in giro si fermano a comprare il
    > giornale o le sigarette, e la cosa é
    > tollerabile. Non vanno a farsi la giornata
    > al mare durante le ore di lavoro solo perché
    > c'é a disposizione una macchina! La stessa
    > cosa vale per il caso in oggetto, anche
    > perché le persone in questione sono pagate
    > per fare un determinato lavoro e se vogliono
    > navigare su internet per i cavoli loro hanno
    > due possibilità: lo chiedono, e non c'é
    > niente di male a chiedere, o lo fanno a casa
    > loro.
    non+autenticato