Flatcrisi/ Edi&Sons contro TAG

di M. Corazzi. Le vicende di Edi&Sons si protraggono fino a un prevedibile epilogo. E coinvolgono nuovamente TAG Comunicazioni. Lo scontro si è spostato ora in tribunale

Web - Ricapitoliamo la storia: nel mese di Maggio di quest'anno sono iniziati i problemi della flat di Edi&Sons, che infine ha comunicato (tramite una nota ufficiale) la cessazione del servizio su numero verde. Successivamente Edi&Sons ha preso contatti con la TAG Comunicazioni al fine di cederle i contratti. A questo punto la vicenda si fa oscura: TAG afferma di aver interrotto la trattativa che giudicava sfavorevole, Edi&Sons replica intentando causa a TAG.

Il primo agosto 2001 gli (ex) utenti della flat di Edi&Sons si sono visti recapitare uno di quei Bullettin Message (il 21esimo, per l'esattezza) di cui la società perugina di solito è abbastanza parca. Il contenuto? L'esito della procedura giudiziaria contro TAG. Questo il testo del BM:

"In merito alla cessione del suo contratto da parte della Edi and Sons S.r.l. in favore di Tag Comunicazioni, Le mettiamo a disposizione il testo integrale dell'ordinanza del 27/7/2001 (al link www.ediandsons.it/ordinanza.pdf) con la quale il Giudice del Tribunale di Perugia Dott. Andrea Battistacci ha respinto il ricorso d'urgenza presentato dalla Edi and Sons S.r.l. nei confronti della Tag Comunicazioni. Il suddetto ricorso è stato tuttavia respinto solo per l'insussistenza nel caso di specie del requisito del "periculum in mora", cioè della imminenza ed irreparabilità del danno lamentato da Edi and Sons S.r.l. nei confronti di Tag Comunicazioni.
Dall'esame del provvedimento in oggetto è possibile comunque rilevare:

- L'esistenza di un regolare contratto stipulato tra le parti per la cessione del portafoglio clienti;
- La sua piena validità ed efficacia;
- La diretta responsabilità di Tag Comunicazioni riguardo l'impossibilità per gli utenti di collegarsi ad Internet.

Tale accadimento, che si riferisce comunque a soggetti estranei al giudizio de quo, dovrà in ogni caso ricadere su Tag Comunicazioni, che non ha adempiuto alle proprie obbligazioni scaturenti dal contratto, non avendo di fatto riattivato il collegamento ad Internet in favore dei soggetti che erano stati ceduti.

Abbiamo ritenuto opportuno mettere a disposizione degli utenti l'ordinanza in questione onde fare chiarezza una volta per tutte su di una situazione che ci ha visti coinvolti senza la minima responsabilità, onde tutelare la nostra immagine e credibilità imprenditoriale."
TAG: dial-up
16 Commenti alla Notizia Flatcrisi/ Edi&Sons contro TAG
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)