MPAA perde il controllo del DeCSS

Sarebbe potuto accadere prima ma sta accadendo adesso: qualcuno ha iniziato a pubblicare il codice sorgente del crackDVD sui newsgroup. Slashdot: "che può fare ora Hollywood? Denunciare Usenet?"

MPAA perde il controllo del DeCSSLos Angeles (USA) - Internet è refrattaria al controllo e lo stanno imparando a loro spese quelli della MPAA, l'associazione degli industriali del cinema che da mesi cerca di fermare la diffusione in rete del codice sorgente del DeCSS, programmino che consente di vedere DVD su Linux capace di valicare le protezioni imposte dall'industria sui DVD in commercio.

Dopo aver portato in tribunale il sito delle "hacker news" 2600.com chiedendo la rimozione del codice e persino dei link ai siti che lo pubblicano, ora la MPAA deve vedersela con anonimi spammatori che in queste ore stanno diffondendo il codice del DeCSS sui newsgroup. Slashdot, che per primo ha riportato la notizia, si chiede: "Che farà ora la MPAA? Denuncerà Usenet?".

A quanto pare, sconosciuti hanno iniziato uno "spamming" sui newsgroup dedicati al computing (gerarchia comp.), inondando Usenet di messaggi contenenti il contestato codicillo. Con la sua comparsa sui newsgroup e quindi con la sua conseguente ulteriore incontrollata diffusione, per i legali della MPAA sarà difficile individuare un percorso che consenta loro di mettere "sotto chiave" quel codice. Se era difficile, secondo molti impossibile, farlo quando il DeCSS era pubblicato su siti Web, ora che circola liberamente su Usenet, bloccarlo sarebbe un'impresa disperata e palesemente inutile.