Domini .it, parte la corsa al trasferimento

Con il varo delle nuove regole si potrà passare il dominio ad un'azienda o ad un amico. E arrivano i primi servizi che agevolano l'operazione. Con le nuove procedure tecniche partite a Ferragosto si apre una fase di piccole novità

Domini .it, parte la corsa al trasferimentoRoma - Parte la corsa al trasferimento dei domini .it. Con le nuove procedure tecniche di registrazione varate dalla Naming Authority ed entrate in vigore il 15 agosto scorso, si apre una nuova fase per i domini .it, almeno per tutti quelli la cui "storia" rientra nella nuova regolamentazione.

La "svolta" contenuta nelle nuove procedure tecniche sta nel fatto che finalmente si consente il trasferimento di un dominio .it da un soggetto ad un altro se entrambi sono d'accordo. In precedenza, cosa lamentata da molti, la trasferibilità del dominio era vietata tout-court.

Poiché a questa possibilità è stata affiancata anche una procedura più comprensibile per contestare l'assegnazione di un dominio .it, per le aziende che fanno da intermediari tra utenti e domini per le operazioni di registrazione si apre tutto un nuovo business.
Non stupisce dunque che qualcuno abbia già attivato un servizio specifico per gestire non solo la registrazione di un dominio.it ma anche la sua trasferibilità. Anche se, ovviamente, le stesse operazioni possono essere compiute, perdendoci un po ' di tempo, senza l'assistenza di intermediari.

La prima azienda ad aver diffuso un comunicato per l'attivazione del servizio di "agenzia" è stata Register.it, secondo cui online con poche operazioni sul proprio sito si possono attivare le procedure di trasferimento di un dominio ad un prezzo di 99mila lire (Iva esclusa). Procedure che comprendono l'invio delle lettere firmate dagli interessati al trasferimento del dominio alla Registration Authority per la formalizzazione dell'operazione.
TAG: domini