Firma digitale: sì dell'Europa

I ministri delle telecomunicazioni comunitari trovano l'intesa per varare un provvedimento tutto orientato all'e-business

Bruxelles - Approvata dai ministri europei delle telecomunicazioni la direttiva sulla firma digitale che introduce nella UE numerose novità per l'e-business. La firma digitale avrà infatti lo stesso valore della firma tradizionale "su carta".

I paesi membri dovranno adottare la direttiva nel giro di un anno e mezzo ma l'urgenza pare avvertita da tutti visto il procedere impetuoso della new economy sulla sponda occidentale dell'Atlantico. Il Commissario al mercato interno, Frits Bolkestein, ha rilasciato una dichiarazione ufficiale: "possiamo prevedere che entro il 2005 metà della popolazione europea sarà connessa alla rete e il nostro approccio integrato al commercio elettronico, ovvero un insieme efficace di regolamentazione e autoregolamentazione mirati allo sviluppo tecnologico, è voluto per consentire all'Europa di essere in prima linea".

La nuova norma chiede misure minime su sicurezza e responsabilità affinché le firme elettroniche possano essere riconosciute nel loro status giuridico in tutti i paesi membri.