Le tastiere distribuiscono batteri

Che nelle tastiere ci sia di tutto è cosa nota, ma l'inglese Mirror ci va giù duro: le keyboard dei computer costituiscono un rischio-salute?

Roma - Chi usa la tastiera di un computer rischia di entrare in contatto con infezioni e malattie e persino di trasmetterle: questo è l'allarme dal sapore estivo che arriva dal tabloid britannico The Mirror.

Stando al popolare giornale d'oltremanica, "toccare la tastiera di un computer o una banconota ci mette in contatto con migliaia di batteri", e aggiunge che si tratta di "batteri letali"...

Il "Mirror" avrebbe monitorato per un certo tempo i residui sulla pelle delle mani di una operatrice londinese, Betina Peterson, di 24 anni, che si sarebbe sottoposta, al termine di ogni sessione di lavoro, al prelievo delle particelle e dei batteri per la loro successiva analisi. I risultati avrebbero rilevato una "quantità media di batteri generici" dimostrando che anche i computer costituiscono "raccolte di batteri". Secondo gli esperti del Mirror questo accadrebbe perché "i computer producono elettricità statica e attraggono polvere e batteri. A cui piace anche il calore".
La situazione, secondo il Mirror, finisce per essere preoccupante soprattutto in quelle situazioni, come fast food ed altri uffici, nei quali il contatto delle mani dell'operatore con i batteri si può tradurre anche nella loro trasmissione a terzi.

Va detto che da sempre sono in pochi a difendere la tastiera dei computer che, come sa chiunque la utilizzi ogni giorno, finisce per raccogliere molti "materiali", dimostrando così le proprie attitudini non certo "igieniche". AOL UK ci fece addirittura uno studio sostenendo che dopo un mese di monitoraggio in un ufficio londinese erano stati ritrovati residui di: corn flakes (15 per cento); caramelle (15 per cento); spaghetti (7 per cento) e vegetali (4 per cento). All'1 per cento del totale, invece: foglie, rivestimenti di matite, punti per spillatrice, scotch, insetti, lamine, capelli. Le microparticelle recuperate, analizzate da un laboratorio scientifico, avrebbero evidenziato resti di pane, cereali, cioccolatini. A cui, ora, vanno aggiunti i batteri...
TAG: hw
7 Commenti alla Notizia Le tastiere distribuiscono batteri
Ordina
  • I batteri ci sono dappertutto, ma dovremmo preoccupare di più della lesione ai tendini dei polsi per uso eccessivo della tastiera. Tale disturbo può portare ad un'invalidà seria.
    non+autenticato
  • ... in questo stesso numero si parla di Afganistan e di Talebani:
    vi invito ad occuparvi delle cose serie che affliggono gli altri, prima che affiggano anche noi...
    Ed in ogni modo, ecco come evitare di sporcare la keyboard: fasciatela con uno strato di pellicola domopack lasciata opportunamente molle: e trattate la superficie della pellicola con detergente da cucina prima di mettervi al lavoro.
    Questo in attesa che qualche Casa si decida a creare una tastiera sigillata, del tipo sensitive touch.
    E non dimenticate di buttare il mouse-pad, sostituendolo con un foglio sottile di plexiglas, cui dedicare il medesimo trattamento (e se vi è possibile, ponetelo ad almento venti centimetri dal bordo del tavolo, per appoggiare l'avambraccio e non rovinarvi il polso).
    Ciao!
    non+autenticato
  • Stando a recenti studi della British Chamber of Humor, la carta del quotidiano The Mirror sarebbe un buon veicolo per trasmettere unto da patatine fritte ed hot dog, caffeina da tazzina rovesciata, microbi da starnuti e tosse, forfora e capelli... e quant'altro stiate facendo mentre leggete il giornale.

    Zigo Zago
    non+autenticato


  • - Scritto da: Zigo Zago
    > Stando a recenti studi della British Chamber
    > of Humor, la carta del quotidiano The Mirror
    > sarebbe un buon veicolo per trasmettere unto
    > da patatine fritte ed hot dog, caffeina da
    > tazzina rovesciata, microbi da starnuti e
    > tosse, forfora e capelli... e quant'altro
    > stiate facendo mentre leggete il giornale.
    >
    > Zigo Zago

    :D:D:D
    non+autenticato
  • Ogni 4/5 mesi io apro la mia tastiera
    tasto per tasto e gli do na bella spazzolata;
    ma per l'utente medio e`troppo difficile...

    Pino Silvestre
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pino Silvestre
    > Ogni 4/5 mesi io apro la mia tastiera
    > tasto per tasto e gli do na bella spazzolata;
    > ma per l'utente medio e`troppo difficile...
    >
    > Pino Silvestre

    anche tu fai parte della media
    non+autenticato
  • Io invece ne compro una nuova (visto che costano cosi' poco) e quella vecchia la rivendo qualche negozio di materiale usato... cosi' se la ripuliscono loro, se vogliono rivenderla!...Sorride)))))))


    - Scritto da: Pino Silvestre
    > Ogni 4/5 mesi io apro la mia tastiera
    > tasto per tasto e gli do na bella spazzolata;
    > ma per l'utente medio e`troppo difficile...
    >
    > Pino Silvestre
    non+autenticato