Sun intasca Cobalt per $2 miliardi

Il colosso del Sole si infila in tasca l'azienda resa celebre dai suoi server cubici non troppo costosi, facili da utilizzare e da sfruttare per numerosi compiti diversi. Per Sun significa anche abbracciare Linux e i chip AMD

San Francisco (USA) - Si Ŕ formalizzata con una stretta di mano da 2 miliardi di dollari l'operazione di acquisizione con cui Sun Microsystems ha inserito nella propria "scuderia" di imprese collegate nientemeno che Cobalt, azienda produttrice, tra l'altro, del celebre Qube.

Con questa acquisizione Sun sembra intenzionata a muoversi con maggiore decisione in un mercato, quello dei server di fascia media mirati ad applicazioni specifiche, che finora non ha potuto coprire con i propri prodotti "generalisti" di fascia alta. Non solo, da Cobalt Sun ricaverÓ "un abbraccio di lusso" al sistema operativo Linux, che anima i Qube, e ai processori di Advanced Micro Devices.

L'azienda ha comunque specificato che i prodotti Cobalt, al di lÓ di Qube, verranno progressivamente portati su sistemi operativi e processori della stessa Sun, vale a dire UltraSparc come CPU e Solaris come OS. Gli analisti di Dataquest e Merril Lynch appena saputo della notizia hanno dato la loro benedizione all'operazione: "Cosý Sun va a coprire un settore in cui Ŕ da sempre debole".
TAG: mercato