LinuxNews/ Fuori la Red Hat 7.0

Red Hat ha rilasciato la versione 7.0 della sua famosa distribuzione

La Red Hat, società che fornisce la distribuzione Linux leader di mercato in America, ha dato delle informazioni sulla release di imminente uscita. L'annuncio ufficiale avverrà Lunedì 25 Settembre e il software sarà disponibile a partire da martedì 26 settembre.

Le maggiori innovazioni rispetto alla precedente versione 6.2 sono il supporto migliorato al 3D, l'aumento della sicurezza e nuove applicazioni.
Le principali innovazioni possono essere racchiuse in tre categorie:

- per le aziende: sicurezza integrata con OpenSSL per comunicazioni sicure via web; tool grafico di configurazione; database MySQL; facile migrazione al kernel 2.4 di prossima uscita.
- per gli utenti che lo utilizzano sulle workstation: ambienti desktop maggiormente personalizzabili, più programmi per la produttività personale e la grafica; miglior supporto per la grafica 3D e maggiore sicurezza per gli utenti che si collegano con IP statici (collegamenti ADSL o via cavo).
- per gli vviluppatori: potenziato il sottosistema per l'internazionalizzazione, nuovo compilatore GNU per Java, maggior supporto al C++.
La Red Hat 7.0 ha installato l'ultimo kernel stabile, il 2.2.17 e XFree86 4: sarà inoltre disponibile in tre versioni. Ognuna di esse include applicazioni sulla produttività (alcune in versione completa, altre trial) e documentazione dettagliata aull'installazione.
Le versioni sono:
- Standard: 60 giorni di supporto via web, 60 giorni di prova gratutita del Red Hat Network , costo $29.95.
- Deluxe: 90 giorni di supporto via web, 90 giorni di prova gratutita del Red Hat Network, 30 giorni di assistenza telefonica, Suite per l'ufficio StarOffice; costo $79.95.
-Professional: 90 giorni di supporto via web, 180 giorni di prova gratutita del Red Hat Network, 90 days web support,30 giorni di assistenza telefonica, 30 giorni di assistenza su Apache, Suite per l'ufficio StarOffice; costo $179.95

Insieme a quello sulla nuova versione c'è stato anche un altro annuncio, forse più importante: la creazione della Red Hat Network. Questa rete darà accesso immediato ai file OpenSource e ai vari prodotti agli sviluppatori. Lo scopo è quello di incoraggiarli a costruire nuovi driver e aiutare altri a farlo.

Si tratta sostanzialmente di un servizio a sottoscrizione che connette gli utenti all'ufficio centrale della Red Hat e permette loro di ricevere tutti gli update, le patch e altri programmi al prezzo di un canone mensile.

A cura di n o z e, Soluzioni Open-Source