AMD: non parlatemi più di megahertz

Il chipmaker di Sunnyvale non ci sta e, incassando un trimestre con vendite in calo, accusa Intel di avvalersi dei megahertz solo come arma per il marketing. E sembra pronta a cambiare metro di paragone, ma ci sono dei rischi

AMD: non parlatemi più di megahertzSunnyvale (USA) - Preannunciando un terzo trimestre con vendite in calo del 15% rispetto al periodo precedente, AMD ha colto l'occasione per accusare l'acerrima rivale, Intel, di "svalutare il concetto di megahertz" e confondere in questo modo gli utenti.

"Negli ultimi 20 anni, AMD ed Intel hanno adottato architetture simili, così che la differenza fondamentale fra i prodotti delle due aziende consisteva nella frequenza di clock", ha spiegato ad una platea di giornalisti Aaron Seen, portavoce di AMD. "Di recente, con l'avvento dei processori Athlon e Pentium 4, le nostre architetture hanno preso strade fondamentalmente divergenti".

Così divergenti, ha sostenuto Seen, che il concetto di megahertz non può più essere preso come unità di misura delle prestazioni di un processore x86 compatibile. E come qualcuno ha fatto notare, questo potrebbe divenire ancor più vero dopo che Intel avrà introdotto, nella sua linea di CPU Pentium 4, la tecnologia hyperthreading annunciata pochi giorni fa presso l'Intel Developer Forum.

Seen ha infatti affermato che l'Athlon esegue più operazioni per ciclo di clock rispetto ad un Pentium 4, una caratteristica che lo rende più veloce, a parità di frequenza, rispetto all'ultima generazione di CPU Intel: un Athlon a 1,4 GHz, a detta di Seen, batte un P4 a 1,7 GHz in molti test, fra cui il popolare benchmark Business Winstone 2001.
AMD sostiene che sarebbe più corretto adottare un'altra unità di misura per confrontare le prestazioni dei processori: ad esempio,la frequenza di funzionamento del chip moltiplicato il numero di istruzioni eseguite dalla CPU in un singolo ciclo di clock.

Seen sostiene che il pubblico degli utenti va educato a distinguere la differenza fra questi due importanti concetti, in modo che sia poi in grado di valutare con equità e giudizio il prodotto di cui davvero necessita.

Secondo diversi analisti, non sarebbe affatto facile per il chipmaker di Sunnyvale riuscire ad imporre un concetto, come quello delle "istruzioni per ciclo di clock", di certo meno ovvio e immediato per l'utente finale. Ma AMD sembra avere in mente una soluzione più semplice.
TAG: mercato
120 Commenti alla Notizia AMD: non parlatemi più di megahertz
Ordina
  • Seen continua dicendo che poi tanto a lui non gliene frega una minchia se esce il pentium a 800 gigahertz, tanto lui si fa i programmini per il benchmark in casa, così il suo Duron renderizzerà 4 caccole colorate contro le 3,99 del pentium III; Poco conta se poi il Duron fa crashare il S.O. ogni 15 minuti. Tanto cmq la colpa se la becca Microsoft.
    non+autenticato
  • - Scritto da: CoccoDio
    > Seen continua dicendo che poi tanto a lui
    > non gliene frega una minchia se esce il
    > pentium a 800 gigahertz, tanto lui si fa i
    > programmini per il benchmark in casa, così
    > il suo Duron renderizzerà 4 caccole colorate
    > contro le 3,99 del pentium III; Poco conta
    > se poi il Duron fa crashare il S.O. ogni 15
    > minuti. Tanto cmq la colpa se la becca
    > Microsoft.

    Sei solo un buffone.. a partire dal nick
    non+autenticato


  • - Scritto da: CoccoDio
    > Seen continua dicendo che poi tanto a lui
    > non gliene frega una minchia se esce il
    > pentium a 800 gigahertz, tanto lui si fa i
    > programmini per il benchmark in casa, così
    > il suo Duron renderizzerà 4 caccole colorate
    > contro le 3,99 del pentium III; Poco conta
    > se poi il Duron fa crashare il S.O. ogni 15
    > minuti. Tanto cmq la colpa se la becca
    > Microsoft.

    Esatto. Scaricare le colpe su MS è lo sport che va per la maggiore in informatica.
    non+autenticato


  • - Scritto da: NetDruid
    >
    >
    > - Scritto da: CoccoDio
    > > Seen continua dicendo che poi tanto a lui
    > > non gliene frega una minchia se esce il
    > > pentium a 800 gigahertz, tanto lui si fa i
    > > programmini per il benchmark in casa, così
    > > il suo Duron renderizzerà 4 caccole
    > colorate
    > > contro le 3,99 del pentium III; Poco conta
    > > se poi il Duron fa crashare il S.O. ogni
    > 15
    > > minuti. Tanto cmq la colpa se la becca
    > > Microsoft.
    >
    > Esatto. Scaricare le colpe su MS è lo sport
    > che va per la maggiore in informatica.

    credo che ms qualche volta abbia qualche torticino

    cmq i + grandi scarica-colpe sono i politici con la scienza
    non+autenticato
  • Chissà perchè un certo Jhon Carmack non ne era molto convinto! Sorride
    non+autenticato
  • Infatti. la Apple come al solito esagera "pompando" più del dovuto le sue scatolette...
    non+autenticato


  • - Scritto da: muser
    > Uaz
    > uaz
    > uaz

    Perche' come utilita' in campo informatico equivale a un pneumatico pirelli.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciao
    >
    >
    > - Scritto da: muser
    > > Uaz
    > > uaz
    > > uaz
    >
    > Perche' come utilita' in campo informatico
    > equivale a un pneumatico pirelli.

    Minchia che ridere!!!
    non+autenticato
  • Certo, è proprio così; peccato che il G4 sia un processore risc mentre tutti gli AMD/Intel sono dei cisc e quindi non sia possibile confrontarli seriamente. Ma servirebbe poi, visto che utilizzazno anche due so diversi?
    non+autenticato
  • annoso problema....

    infatti non ho mai capito quanto incida il SO Mac Os e quanto invece il processore RISC... (il resto dei componenti sono bene o male uguali)

    l'unica cosa che ho sottomano è il risultato finale: per quanto il mio bel pc sia pompato di megahertz, dischi e abbia 700 mega di RAM, accidenti con photoshop vado sempre meglio sul G4 anche su quelli in cui ho su solo 400 mega di ram....

    ma chi lo sa da cosa è veramente dovuto? forse una migliore ottimizzazione?
    non+autenticato
  • > annoso problema....
    >
    > infatti non ho mai capito quanto incida il
    > SO Mac Os e quanto invece il processore
    > RISC... (il resto dei componenti sono bene o
    > male uguali)
    >
    > l'unica cosa che ho sottomano è il risultato
    > finale: per quanto il mio bel pc sia pompato
    > di megahertz, dischi e abbia 700 mega di
    > RAM, accidenti con photoshop vado sempre
    > meglio sul G4 anche su quelli in cui ho su
    > solo 400 mega di ram....
    >
    > ma chi lo sa da cosa è veramente dovuto?
    > forse una migliore ottimizzazione?

    e' notoria l'efficenza del MacOS (nota di scarcasmo)
    infatti l'amiga lo emulava perfettamente, superandone ampiamente le prestazioni...
    il processore era lo stesso (68040)
    non si e' mai capito perche' per avere multitasking preemptive, apple abbia aspettato OSX.
    Poi mi si parla di G4 che e' una spada.
    Potra' pure essere vero, ma per come lo sfrutta MacOS, il vantaggio e' automaticamente annullato.

    ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacOSpreX
    > e' notoria l'efficenza del MacOS (nota di
    > scarcasmo)
    > infatti l'amiga lo emulava perfettamente,
    > superandone ampiamente le prestazioni...
    > il processore era lo stesso (68040)
    > non si e' mai capito perche' per avere
    > multitasking preemptive, apple abbia
    > aspettato OSX.
    > Poi mi si parla di G4 che e' una spada.
    > Potra' pure essere vero, ma per come lo
    > sfrutta MacOS, il vantaggio e'
    > automaticamente annullato.
    >
    > ciao

    Allora sara' l'ottimizzazione dei programmi oppure dell'uso della memoria, perche' se apro con photoshop 1,2 GB di immagini sul g4 con 400 mb di ram, lavora senza problemi

    mentre sul sudato pc con 700 mb di ram fa fatica anche con solo 400 mega di immagini.

    si cmq solo gli ultimi OS sono diventati un po' alla pari (vedi multitasking). Pero' VOGLIO anche sul pc aprire e chiudere i fonts
    non+autenticato
  • La maggiore differenza in programmi come Photoshop, sviluppati da Adobe, sta nella predisposizione che essi hanno a girare su sistemi Mac. E' comunque stata annunciata una nuova versione che sarà maggiormente attenta all'architettura dei sistemi PC, limitando quindi il divario.

    Guardare ai MegaHertz non significa avere un buon punto di riferimento. I G4, come il resto dei Mac, nascono per le applicazioni grafiche e alla loro base c'è una costruzione hardware che si interessa della compatibilità e funzionalità di tutte le componenti. Nei Mac solitamente è difficile trovarsi davanti a quei famosi colli di bottiglia che tanto assillano ancora Intel per mettere in comunicazione tutto l'hardware: solo fino a poco tempo fa la velocità tra la memoria e il processore era limitatissima!

    Fate una prova: mettete una mano su un dissipatore all'interno di un G4, semplicemente aprendo lo sportellino levatoio del case: non soffrirete di nessuna ustione o minima scottatura, cosa che invece sarebbe scontata se provata su un megadissipatore di un banalissimo Pentium III. Di qualcosa dovrà pur esser indice...

    Ciao!
    non+autenticato


  • Si poi metti il bollino
    ** Frustrat - inside: **
    "Dove prendo le applicazioni che non siano di grafica?"

    SVEGLIA!!
    Non siamo piu' ai tempi del glorioso apple II (che ho avuto).
    Se non hai una tipografia il mac te lo sbatti...
    Ciauz
    non+autenticato
  • La mia LiBO mi saluta con questo verso da aborigeno australiano, seguito da un numeretto.

    Farebbe schifo riferirsi a quello, o a qualcosa di simile?
    non+autenticato
  • Penso che Seen abbia ragione. Scusate, per comprare un'automobile non si guarda solo il fondo scala del tachimetro o la velocità dichiarata dalla casa prodruttrice!!! Che me ne facio di un'auto che va a 300 Km/h e alla prima curva sbanda perchè non ha tenuta??!?!?! Non è detto che le automobili più veloci siano le migliori, come non è detto che i processori più veloci siano i migliori. Bisogna valutare altre variabili oltre al Clock!!! È vero, questo potrebbe confondere gli acquirenti, ma almeno non li prende per i fondelli!!! Le auto non si comprano un giorno con l'altro!! Ci si informa, si chiedono consigli e quando si è sicuri di cosa si sta acquistando si tira fuori il cash! La stessa cosa andrebbe fatta con i PC.
    CIAO
    non+autenticato
  • - Scritto da: Silkworm
    > Le auto non si
    > comprano un giorno con l'altro!! Ci si
    > informa, si chiedono consigli e quando si è
    > sicuri di cosa si sta acquistando si tira
    > fuori il cash! La stessa cosa andrebbe fatta
    > con i PC.
    > CIAO

    Aho, ma che me stai a da dello stupido? Io la mia l'ho comprata il giorno stesso che c'avevo messo l'occhi sopra. Sul serio.

    Comunque e' vero si dovrebbe avere piu' materiale a disposizione per valutarne correttamente le prestazioni. Faccio un esempio magari banale: anche decidere il file system usato da un SO puo' influenzare molto sulle prestazioni in base alla memoria che sia ha a disposizione, a quanta frammentazione e' soggetto il file system....etc.

    Sarebbe insomma meglio non limitarsi al paragone superficiale tra numeri e neanche basarsi sul PC dell'amico....
    non+autenticato
  • Vero.
    Tra l'altro le c.d. riviste specializzate non
    hanno un comportamento sempre cristallino in
    materia.
    Spesso ho letto su riviste, amche affermate, frasi
    tipo "per un PC da ufficio 20 GB di HD sono il
    minimo" oppure "un PC per uso ufficio la scheda
    grafica dovrebbe avere almeno 16 MB di memoria",
    oppure "Pentium III 650: PC da videoscrittura".
    Sorride

    Saluti
    non+autenticato
  • uffa, io uso ancora un P75 con 16MB e WIN95.
    Devo dire che un po' mi ha stufato, pensavo di riverniciarlo. che ne dite ?
    non+autenticato
  • Con l'enorme complessita' tecnologica a cui affidano entrambe le case le prestazioni dei propri processori, io penso sia alquanto difficile per un normale utente compiere un confronto poco fuorviante.
    Purtroppo proprio perche' i processori sono cosi' diversi oramai e perche' le prestazioni sono tutt'altro che affidate alla frequenza di clock, anche perche' il codice operativo per il SO (che e' poi quello che si usa) non viaggia certo alla frequenza del microcodice..... (sarei curioso di sapere un'istruzione in codice operativo in quante e quali istruzioni di microcodice si trasforma per essere eseguita dal micro...).
    Forse sarebbe piu' costruttuvo analizzare le caratteristiche di entrambi i processori e scegliere di volta in volta quello piu' adatto all'uso che se ne deve fare, piuttosto che basare la scelta solo sui MHz, altrimenti e' un po' come se dicessimo che un Celeron 733MHz e' piu' veloce di un P3 600MHz solo perche' la frequenza interna del clock e' piu' veloce......Ma si sa benissimo che non corrisponde ad una maggiore velocita'..
    Un computer, si ricorda che e' fatto anche di periferiche e con quelle dialoga il processore e l'essere umano che lo usa....... Inoltre, giusto per facilitare le cose, sovente fra periferiche e processore ci sono anche i bus, i controllori, i quali possono avere una propria memoria e come se non bastasse anche le periferiche....
    Per non parlare poi della RAM........
    Troppi agenti in gioco perche' un singolo, semplice utente sia in grado di valutare il reale incremento di prestazioni cambiando la cpu.......
    Confrontare le prestazioni delle sole cpu penso sia solo inutile e fuorviante.
    Se un computer e' un sistema deve essere valutato come tale, ed in ogni caso non e' detto che cosi' confrontando non si scopra che non esiste un computer assolutamente piu' veloce di un altro, bensi' piu' adatto per alcune applicazioni e meno per altre...........

    MEDITATE GENTE, MEDITATE
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)