Cam digitali: Ŕ iperboom

Nei soli Stati Uniti si prevede per quest'anno una crescita delle vendite impressionante, pari a tre volte quelle dell'anno precedente. Aumenta a dismisura la smania dei digifotografi e dei videochattari

New York (USA) - C'Ŕ un grande presente e pare un brillante futuro per le telecamere digitali, le macchine fotografiche digitali e le webcam, almeno sul mercato americano. Stando all'ultimo studio in materia, infatti, in questi mesi si sta assistendo ad una crescita nelle vendite di cam digitali, soprattutto per computer, che a fine 2000 potrebbe concretizzarsi in un dato di tre volte superiore a quello registrato a fine 1999.

Stando ai dati diffusi da NPD Intelect, gli americani sono letteralmente assetati di device capaci di riprendere qualsiasi soggetto e renderlo immediatamente disponibile su computer, per catturare immagini, per realizzare album fotografici online, per partecipare a videoconferenze, videochat e via dicendo.

La societÓ di rilevazione ha spiegato che nel corso del 2000 la crescita nel solo mercato americano sarÓ del 127 per cento, ovvero alla fine dell'anno saranno state vendute 4,2 milioni di cam digitali. Un dato impressionante se si pensa che l'anno scorso si era fermato a 1,8 milioni. Gli esperti hanno anche notato come, nonostante l'abbassamento generale dei prezzi di webcam e affini, il fatturato complessivo del settore sia destinato ad aumentare entro il 2000 a quota 1,8 miliardi di dollari, contro il miliardo di dollari del 1999.
Altro dato di interesse Ŕ quello secondo cui pi¨ del 32 per cento del mercato USA di macchine fotografiche digitali e cam Ŕ controllato da Sony, seguita a debita distanza dagli altri produttori (Olympus al 19,4 e Kodak al 15,7).
TAG: mercato