Ma Jumpy legge tutti gli SMS?

In una comunicazione agli utenti l'azienda che vorrebbe sparare pubblicità sui cellulari dei suoi iscritti pare sostenere che il portalone Fininvest tiene d'occhio i contenuti degli SMS gratuiti inviati dalle proprie pagine

Web - "Non so perché Jumpy non abbia ancora fatto qualcosa ma mi pare incredibile che sul sito di "SMS-Cash" appaia la seguente frase nelle comunicazioni agli iscritti: "Cortesemente se usate i servizi di sms gratuiti di altri siti per comunicare con i Vostri utenti, ricordate di scrivere testi sempre personali. Quelli di Jumpy si sono indispettiti perché qualcuno di Voi ha inviato messaggi inerenti al servzio usando i loro sms gratuiti".

Ma questo che significa? Che Jumpy controlla cosa scriviamo negli SMS che inviamo dal suo sito? Oppure è una cavolata scritta da SMSCash?

E sempre su "ATTENZIONE: informazioni per gli utenti", aggiornato il 22, ho letto che "Giovedì pv, abbiamo un importante incontro al Ministero delle Finanze a Roma finalizzato a chiarire definitivamente il regime fiscale che regolerà il rapporto economico con ciascuno dei nostri utenti".
Sulla home page del sito però si legge che il servizio è attivo dal 24 luglio, mi chiedo allora: con quale regime fiscale? A me non è mai arrivato un solo messaggio neanche a pagarlo io. L'unico SMS ricevuto risale ai primi di agosto e avvertiva che presto mi sarebbero arrivati nuovi messaggi. Mai visti. E dicono pure che le iscrizioni al servizio hanno ormai raggiunto quasi il milione di utenti. Secondo me vogliono solo i dati personali della gente.

Spero che Punto Informatico possa dire qualcosa a questo proposito, grazie.
Franz Corral"

Caro Franz, in passato abbiamo cercato un contatto con SMSCash per i bug di sistema di cui abbiamo già parlato e per alcune palesi contraddizioni che ci ha segnalato chi, come te, ha visto il loro sito e magari ha lasciato in quel database tutti i propri dati, compreso anche il numero del telefono cellulare. Finora non abbiamo mai ricevuto alcun segno di vita da SMSCash. Abbiamo invece chiesto ai gentilissimi responsabili di Jumpy di commentare la frase apparsa sul sito di SMSCash che ha colpito anche loro, ma per il momento non abbiamo ricevuto una risposta ufficiale. Penso che ognuno debba trarre le proprie conclusioni... Paolo De Andreis
TAG: privacy