Offspring, retromarcia su tutto

Sony Music riesce a convincere la band che torna a casa con la coda tra le gambe: non distribuirà il proprio album dal proprio sito o via Napster. Si parla di un unico brano, ma è in forse. Per il gruppo è una ritirata clamorosa

Offspring, retromarcia su tuttoLos Angeles (USA) - A pochi giorni dal clamoroso annuncio secondo cui la band avrebbe rilasciato via Web e via Napster il proprio nuovo album prima dell'uscita nei negozi, gli Offspring fanno una clamorosa marcia indietro. Pare proprio che la loro etichetta discografica, Sony Music, sia riuscita a far valere il contratto che la lega agli Offspring, "consigliando" loro di non offrire la propria musica gratuitamente a tutto il mondo.

"Gli Offspring offriranno il proprio nuovo album gratuitamente per download. Chi lo scaricherà parteciperà automaticamente alla lotteria per l'assegnazione di un milione di dollari. Chi vincerà sarà presentato su MTV il prossimo 14 novembre": questo è quanto si legge ancora sul sito degli Offspring, ma si tratta solo di un ritardo nell'aggiornamento delle pagine Web. Ieri, infatti, il manager della band, Jim Guerinot, ha spiegato che due settimane prima della release del nuovo album "Conspiracy of One" verrà distribuito online uno dei singoli.

Per gli Offspring, da sempre sostenitori di Napster che ha pure sponsorizzato loro concerti e convinti assertori del file-sharing come mezzo per promuovere la musica in Rete, quanto è accaduto rappresenta un sicuro ostacolo nel dialogo con i propri fan. Anche se appaiono evidenti le pressioni che Columbia Records (gruppo Sony Music) deve aver fatto sulla band perché si "rimangiasse" il clamoroso annuncio di pochi giorni fa.
L'unico punto sul quale il gruppo sembra riuscito ad avere la meglio è sulla "lotteria" che ha messo in piedi sul sito. Tra coloro che scaricheranno il singolo "Original Prankster" lasciando la propria email ne verrà scelto uno che vincerà un milione di dollari.