PowerPC vola (basso) a 550 MHz

Non sembrano destinati, almeno per ora, ai Mac di Apple. Motorola li ha infatti pensati per i sistemi embedded, info appliance e set-top box senza escludere un futuro utilizzo su macchine della Mela. 550 MHz, però, sono proprio pochini

San Francisco (USA) - Non urlano al miracolo gli attuali utenti di processori PowerPC G4 dopo l'ultima novità in materia annunciata da Motorola. Si tratta infatti del nuovo G4, il 7410, un chippetto per sistemi embedded, info appliance e set-top box, che vola alto ma solo a 550 MHz. Velocità insufficiente, dunque, per convincere gli utenti Apple, i maggiori utilizzatori di PowerPC, che il 7410 possa essere inserito nei Mac, vista la velocità dei processori non PowerPC in circolazione.

Eppure Motorola, che ha sottolineato l'importanza di una serie di nuove tecnologie applicate al 7410, non si è sentita di escludere la possibilità che il chip venga utilizzato in futuro su computer più tradizionali, anche grazie al supporti di 2 MB di cache di secondo livello. Un'ipotesi che non sembra piacere al mondo degli utenti della Mela.

Ad ogni modo, il processore è realizzato con scrittura da 0.18 micron al rame, una via che porta ad un consumo e ad un riscaldamento minori rispetto al precedente G4, il 7400. Le dimensioni del nuovo processore sono praticamente dimezzate rispetto a quelle del chip precedente. Il 7410 verrà prodotto in versioni da 400, 450 e 500 MHz mentre quella da 550 è stata "promessa" a breve dal costruttore americano.