Intel fa fuori il superchippetto Timna

Il motivo della cancellazione del progetto pare risiedere nell'evoluzione dei processori di fascia alta, così veloce da bruciare progetti che non sono riusciti a correre altrettanto rapidamente

Santa Clara (USA) - La sua tomba è stata scavata prima ancora che vedesse la luce. Per Timna, nuovo processore di punta della fascia bassa Intel, già soggetta in fase di progettazione ad una serie di notevoli problemi, non ci sarà mai uno sbarco sul mercato. Lo ha annunciato nelle scorse ore Intel, reduce da uno dei più difficili mesi della sua storia recente.

Timna sarebbe dovuto uscire in origine questo autunno come risposta al fuoco di fila dei competitor che sulla fascia bassa hanno già limato di moltissimo lo share di mercato Intel. Poi una serie di problemi, legati al design pensato per mettere insieme in un unico chip funzionalità in precedenza legate a più processori, ha portato ad un ulteriore rinvio dell'uscita ufficiale di Timna ai primi mesi del 2001.

Ora Intel ha deciso di cancellare del tutto il progetto. Il motivo ufficiale è che gli advancement nella tecnologia dei processori avrebbero reso necessario un nuovo re-design del superchippetto Timna per continuare a mantenere competitiva la sua architettura. A quel punto, ha spiegato un portavoce Intel, tutto avrebbe dovuto essere rimandato ulteriormente, "troppo" rispetto alle esigenze del mercato.