Intel, ancora chip al bug

Questa volta si tratta dell'i850, l'imminente chipset dedicato ai Pentium 4. Il bug, che affliggerebbe le versioni con sistemi di test già distribuiti presso i produttori di PC, rischia di ritardare il lancio del Pentium 4

Round Rock (USA) - Sembra proprio che le RDRAM non portino molto bene ad Intel. Dopo il famigerato i820, primo chipset a supportare questo tipo di memorie, è ora il turno dell'i850 (Tehama), l'imminente chipset per Pentium 4 già rilasciato, a partire da giugno, ai maggiori produttori di PC.

Dopo alcune voci circolate nei giorni scorsi, sia Intel che Dell confermano ora l'esistenza di un bug in Tehama che causerebbe il crash del sistema in alcune condizioni di massimo carico del sottosistema grafico: questo problema giustificherebbe anche il ritardo del Pentium 4 annunciato qualche giorno fa.

Sebbene Intel abbia indicato, come nuova data di rilascio del Pentium 4, il 30 ottobre, molte fonti sembrano concordi nel ritenere che il chipmaker impiegherà ben più di un mese per risolvere il bug e rifare test accurati.
I produttori di PC appaiono sempre più esasperati da tutti questi contrattempi, specie quando si è ormai molto vicini alla stagione delle festività.