Brunei, provider alla riscossa

Il primo fornitore di servizi Internet del paese sta per rinnovare le infrastrutture, prima del meeting dell'APEC. Intanto inizia a muovere i primi passi il secondo provider. Sono già 16mila gli utenti Internet del sultanato

Brunei - Corre il provider nazionale del sultanato del Brunei, piccolo paese della regione indonesiana "circondato" dalla Malaysia. Brunet, questo il nome del primo provider del paese, ha intenzione di investire per moltiplicare le proprie infrastrutture in vista del convegno APEC previsto in Brunei per novembre.

Oggi Brunet, attivo da non molti mesi, ha già "rastrellato" 16mila abbonati ai suoi servizi Internet su una popolazione di poco superiore alle 300mila unità. E con l'aggiornamento il provider conta di arrivare a 24mila utenti in breve tempo. Ma presto gli utenti del Brunei potranno contare anche sui servizi di DST, secondo fornitore di servizi Internet, che proprio in questi giorni sta preparando il suo lancio. Il tutto è "spinto" anche dal Governo, che ha di recente stanziato l'equivalente di circa 25 miliardi di lire per portare i computer in tutte le scuole.

Il meeting dell'APEC, l'organizzazione per la cooperazione tra i paesi dell'area, vedrà l'arrivo nel Brunei di una quantità di ministri con il proprio seguito e giornalisti da tutto il Mondo e BruNet, hanno detto ad Agence France-Press i suoi dirigenti, spera di poter offrire a tutti la connettività che serve. Al meeting parteciperanno una ventina di paesi, alcuni dei quali "leader tecnologici", come gli USA. Da qui il desiderio di BruNet "di far bene".
TAG: mondo