50 milioni di hard disk l'anno

Questa la straordinaria capacità di output che Maxtor intende raggiungere con l'acquisizione di una rivale, la divisione HDD di Quantum. Un investimento da 1,3 miliardi di dollari per diventare l'ipercolosso del settore

New York (USA) - Maxtor ha confermato nelle scorse ore l'acquisizione della divisione dischi rigidi di Quantum, Quantum HDD, in una operazione che renderà Maxtor un supercolosso del settore. Insieme, infatti, le due aziende raggiungeranno una capacità produttiva di più di 50 milioni di hard disk all'anno.

L'operazione prevede la cessione a Quantum Corporation di 1,3 miliardi di dollari in stock da parte di Maxtor. Va detto che dall'acquisizione è esclusa la divisione storage systems di Quantum che continuerà ad operare come Quantum Corp. Il raggio d'azione della nuova impresa rimane limitato ai personal computer, con l'eccezione di alcune tipologie di server e di device alternativi. Stando a Maxtor, i benefici economici dell'operazione per l'azienda si avranno già nei primi mesi del 2002.

Da tempo Maxtor è al centro dell'attenzione nel mondo dei dischi rigidi, anche di recente, dopo l'annuncio, a metà luglio, del nuovo DiamondMax, un hard disk da 80 gigabyte che ha tolto il primato di disco più ampio ad IBM, "ferma" a 75 GB.
TAG: hw