Intel trascina Via in tribunale

Intel e Via sono di nuovo ai ferri corti e danno inizio ad una battaglia legale che deciderà le sorti dei chipset per P4 del chipmaker taiwanese

Santa Clara (USA) - Era da tempo che le sue rivali ne chiedevano la testa, ed ora Intel si è decisa a concretizzare le accuse contro Via citandola in giudizio per aver infranto, con il rilascio dei suoi chipset P4X266 e P4M266, cinque brevetti legati al Pentium 4.

Questa ennesima battaglia legale fra le due rivali era nell'aria ormai da qualche mese, per la precisione da quando Via rese pubblica l'intenzione di produrre chipset per il P4 anche senza l'autorizzazione di Intel, autorizzazione che Intel ha invece concesso, dietro rilascio di regolare licenza per lo sfruttamento del bus del P4, a SiS, ALi e ATI.

Il big di Santa Clara sostiene infatti da tempo che Via non è in possesso di nessuna licenza e questo, oltre a costituire un illecito, pone Via in una posizione di vantaggio rispetto alle sue rivali, che devono invece sborsare ad Intel salate royalty per produrre i loro chipset.
Da parte sua, il colosso taiwanese rimane però fermo sulle sue posizioni iniziali, e cioè che tutte le licenze necessarie per produrre i suoi chipset le avrebbe "ereditate" con l'acquisto, lo scorso anno, di una quota di maggioranza di S3 Graphics da Sonicblue.

Ma Intel non sembra dello stesso parere. Chuck Mulloy, portavoce di Intel, ha fatto sapere che "i chipset di Via non soddisfano i requisiti della licenza di S3" visto che quest'ultima avrebbe soltanto il permesso di fabbricare chip con grafica integrata: e non è il caso dei prodotti in esame.

Intel, che proprio oggi ha messo sul mercato il chipset i845 "Brookdale", ha anche affermato che sarebbe persino legittimata a denunciare ogni produttore di schede madri che decidesse di integrare i chipset di Via nei propri prodotti. Come dire: chi ha orecchie per intendere...

Intel aveva già trascinato in tribunale Via nel 1999 per una causa analoga riguardante alcuni chipset per il Pentium III prodotti dal chipmaker asiatico: all'epoca la vicenda si risolse in un accordo extragiudiziale.

"Intel ha citato in giudizio Cyrix cinque volte - ha affermato Wen Chi Chen, CEO di Via - e non ha mai vinto". Che Via confidi nel favore delle statistiche?
TAG: hw
2 Commenti alla Notizia Intel trascina Via in tribunale
Ordina