Siena sempre più connessa

Una delle prime città a poter vantare infrastrutture d'avanguardia annuncia che entro la fine dell'anno 20mila famiglie avranno la fibra

Roma - Siena è da molto tempo una delle città italiane più avanti in materia di infrastrutture di telecomunicazione e dati in particolare. Non stupisce, dunque, l'importante annuncio dell'amministrazione comunale secondo cui, entro la fine di quest'anno, 20mila famiglie senesi potranno contare sulle fibre ottiche.

Stando a quanto riferito dal Comune, la cablatura prosegue molto rapidamente a San Miniato, Petriccio, Acqua Calda, Via Aretina, al punto che alla fine dell'anno altre 5 mila famiglie potranno aggiungersi alle 15 mila già cablate.

"Nelle aree esterne al centro storico - si legge in un comunicato - le caratteristiche delle strade, tutte in asfalto, hanno consentito a Telecom Italia l'uso di una macchina fresatrice che riduce al minimo i disagi alla circolazione: è infatti possibile mantenere aperti i cantieri senza interrompere il traffico, evitare l'indebolimento della struttura stradale (il taglio ha una larghezza di 10 cm) ed effettuare un intervento ecologicamente più apprezzabile considerando la scarsa quantità di rifiuti da smaltire. Parte del materiale di scavo viene poi riciclato per comporre il misto cemento previsto per il riempimento."
Ma la novità è anche la velocità d'esecuzione dei lavori per la posa delle infrastrutture previste dal progetto. Con uno scavo tradizionale in un giorno si possono realizzare non più di 50 metri lineari mentre con questa soluzione si raggiunge una media di 120/150.

Telecom Italia sta adottando la nuova tecnica a Siena in maniera sperimentale e i risultati hanno soddisfatto al comune, con 5,2 chilometri già "lavorati" in poco più di un mese.

"La velocità degli interventi - continua la nota - garantirà dunque anche il rispetto del programma che prevedeva, per la fine dell'anno 2001, di dotare di rete in fibra ottica altri 5.000 appartamenti che si aggiungeranno ai 15.000 attuali (10.000 con impianto televisivo collegato alla larga banda)."
TAG: italia
21 Commenti alla Notizia Siena sempre più connessa
Ordina
  • A Siena la percentuale di Rifondazione Comunista è fra le più alte in Toscana, terra rossa.
    Tutto ciò è efficienza comunista!
    Toscana: uno stato autonomo.
    No mafia - no mandolini
    non+autenticato
  • Comunisti si ma con il Monte dei Paschi di Siena...

    Clao
    non+autenticato
  • E che vuol dire?? Guarda che a Osimo la DC prima e adesso il CDU guida l'amministrazione da decenni con percentuali bulgare alle elezioni (neanche Berlusconi è riuscito a sfondare alle ultime comunali...) e nonstante tutto Osimo è una delle migliori città delle Marche: la sezione locale della DC conta un gruppo di amministratori decisamente bravi, per esplicita ammissione degli avversari... Così credo che sia anche a Siena. Sono le persone che fanno i buoni governi, non le ideologie. (No mafia - no mandolini? Sarai mica un tantino leghista?...)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Puccio
    > A Siena la percentuale di Rifondazione
    > Comunista è fra le più alte in Toscana,
    > terra rossa.
    > Tutto ciò è efficienza comunista!
    > Toscana: uno stato autonomo.
    > No mafia - no mandolini

    Ue' puccio ,ce l'hai in questo momento la fibra in casa? No? Io invece si... e a Milano i comunisti sguazzano nel lambro. No rossi - no falce e martello.
    non+autenticato
  • ahahahhaha se fosse per i rossi ora saremmo conciati come in russia o nei paesi dell'est dove gran parte della gente non ha neanche la televisione...altro che tele via cavo...ahahhaahhaha
    non+autenticato
  • Guarda che se non era per i rossi e per le lotte che hanno fatto tutto quello che hai ora te lo sogni, compresi i diritti che i lavoratrori hanno. Se non c'erano i rossi eravamo nelle condizioni dell'800 o per essere in tema nella Russia Zarista.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Fagiolino
    > Guarda che se non era per i rossi e per le
    > lotte che hanno fatto tutto quello che hai
    > ora te lo sogni, compresi i diritti che i
    > lavoratrori hanno. Se non c'erano i rossi
    > eravamo nelle condizioni dell'800 o per
    > essere in tema nella Russia Zarista.


    CONCORDO!
    non+autenticato
  • Se non ci fossero stati i Rossi circa 1 milione di oppositori ai tempi di LENIN non sarebbero morti...circa 13 milioni ai tempi di STALIN ...qualche milione di oppositori ai tempi di MAO e 2 milioni di oppositori ai tempi di POL POT ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Federico
    > Se non ci fossero stati i Rossi circa 1
    > milione di oppositori ai tempi di LENIN non
    > sarebbero morti...circa 13 milioni ai tempi
    > di STALIN ...qualche milione di oppositori
    > ai tempi di MAO e 2 milioni di oppositori ai
    > tempi di POL POT ....
    Si parla di circa cento milioni di morti in tutta la storia del comunismo... Triste((
    non+autenticato
  • - Scritto da: Patrizio

    > Si parla di circa cento milioni di morti in
    > tutta la storia del comunismo... Triste((

    Secondo recenti calcoli la chiesa cattolica ha provocato in tutta la sua storia da 500 milioni a 1 miliardo di morti. Concentrati coprattutto durante le varie crociate.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Caine
    > - Scritto da: Patrizio
    >
    > > Si parla di circa cento milioni di morti
    > in
    > > tutta la storia del comunismo... Triste((
    >
    > Secondo recenti calcoli la chiesa cattolica
    > ha provocato in tutta la sua storia da 500
    > milioni a 1 miliardo di morti. Concentrati
    > coprattutto durante le varie crociate.
    Con la "banale" differenza che le crociate sono terminate da un pezzo, Torquemada è morto e sepolto, mentre gli orrori rossi ed islamici sono recentissimi e finanche contemporanei, da Cuba alla Cina. Alla faccia del progresso e dei "progressisti" con l'orologio indietro di quattro o cinque secoli.
    non+autenticato
  • Io vivo in Liguria, nel "Tigullio", (zona tra Genova e le 5Terre).
    Hanno appena finito la posa di Km e Km di fibra ottica lungo tutta la statale Aurelia.

    Le ditte che hanno preso l'appalto per i lavori hanno eseguito uno scavo chirurgico, posato il cavo e pensato bene di risparmiare "rappezzando" alla meglio il manto stradale dopo l'intervento.

    Proteste, incidenti e l'intervento di Striscia la Notizia sono serviti solo ad un ri-rappezzamento...

    Ora il materiale di riempimento sta "cedendo" tirandosi dietro la pezza...
    Ci sono Km di strade con al centro un bellissimo "binario" veramente "utile" ai motociclisti...

    Oramai gli incidenti non si contano, ma vai a spiegare che sei caduto perchè "... c'era il binario"!!!

    Mi chiedo chi pagerà l'inevitabile e totale riasfaltatura...
    Certo non le società che hanno ordinato la posa delle fibre (2, in concorrenza, che hanno aperto e riaperto gli stessi scavi e ora fanno lo scaricabarile) nè chi ha eseguito i lavori.

    Pagheremo noi!
    (anche con la vita, come stà già accadendo)
    Quindi?
    Quindi occhio all'entusiasmo!!
    non+autenticato
  • Anche io vivo nel Tigullio e comunque la situzione dell'asfalto sta migliorando perchè certi tratti di strada sono stati completamente riasfaltati!
    Speriamo che continuino a sistemare il manto sradale anche nelle altre zone e che nel giro di poco tempo si possa usufruire di una connessione a banda larga come quella di Fastweb!
    non+autenticato
  • Ciao,
    Visto che la mia e' una delle case collegate, se vi interessa vi posso dare degli aggiornamenti su come funziona la rete a fibre ottiche a Siena.

    Per ora viene utilizzata solo per veicolare i canali televisivi allo scopo di eliminare le antenne dai tetti della citta'; la trasmissione dati partira' in un secondo momento.

    Dallo scavo in strada un cavo di fibra viene fatto arrivare fino al tetto; li con una speciale terminazione si converte il segnale trasmesso sui cavi coassiali che prima erano collegati alle antenne televisive dei vari appartamenti. In questo modo nelle prese di antenna delle abitazioni ci ritroviamo il segnale trasmesso dalla fibra senza ulteriori lavori dentro le case.

    Tutte le antenne vengono tolte dai tetti.

    A questo punto, basta sintonizzare nuovamente i televisori sulle nuove frequenze e abbiamo tutti i canali TV via cavo.

    Al centro di controllo messo in piedi dal comune c'e' una serie di antenne centralizzate che ricevono i vari segnali TV e li veicolano sulla rete a fibre ottiche.

    Adesso possiamo vedere tutti i canali che prima erano via etere (nazionali e locali) piu' una decina dal satellite analogico senza bisogno del ricevitore (CNN, BBC e altri)

    Vengono anche trasmessi i canali del satellite digitale, ma per ricevere questi e' necessario un ricevitore digitale come quello per la parabola; per quelli in chiaro basta il ricevitore normale, per quelli a pagamento (D+ e Stream) e' ovviamente necessario anche il decoder.

    In piu' c'e' un canale sperimentale del Comune di Siena (CCS - Canale Civico Siena) dove sono previste trasmissioni utili per il cittadino; per ora sono stati trasmessi alcuni concerti svolti a Siena e una decina di film in prima visione.

    Quindi per ora si stanno sfruttando solamente le capacita' broadcasting della rete in fibra; ma la rete ha piene capacita' bidirezionali, quindi nei prossimi mesi (non e' dato sapere quando) dovrebbero venire proposti dei servizi interattivi da utilizzare tramite un set-top-box da collegare al cavo coassiale.
    I progetti in corso parlano di Internet ad alta velocita', video-on-demand, servizi amministrativi da casa (certificati, bollette, ecc) e simili.

    Ciao
    non+autenticato
  • ..ti sembra poco ? A Roma, la Telecom aveva iniziato i lavori ma poi sono stati sospesi per mancanza di fondi (almeno credo..). Abbiamo le canaline pronte che sbucano dal marciapiede, ma più di questo...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Stefano Mecchia
    > ..ti sembra poco ? A Roma, la Telecom aveva
    > iniziato i lavori ma poi sono stati sospesi
    > per mancanza di fondi (almeno credo..).
    > Abbiamo le canaline pronte che sbucano dal
    > marciapiede, ma più di questo...

    A Torino va ancora meglio: hanno cablato tutto fino negli alloggi con bellissime canaline in plastica a vista (a casa mia ho praticamente minacciato i tecnici Telecom di prenderli a fucilate se solo "pensavano" di mettere piede dentro) per poi farci transitare un ca22o !!!
    Credo che i cavi servano solo per dar da mangiare ai topi (sempre che le guaine siano di loro gradimento).
    non+autenticato


  • - Scritto da: TeX
    >
    >
    > - Scritto da: Stefano Mecchia
    > > ..ti sembra poco ? A Roma, la Telecom
    > aveva
    > > iniziato i lavori ma poi sono stati
    > sospesi
    > > per mancanza di fondi (almeno credo..).
    > > Abbiamo le canaline pronte che sbucano dal
    > > marciapiede, ma più di questo...
    >
    > A Torino va ancora meglio: hanno cablato
    > tutto fino negli alloggi con bellissime
    > canaline in plastica a vista (a casa mia ho
    > praticamente minacciato i tecnici Telecom di
    > prenderli a fucilate se solo "pensavano" di
    > mettere piede dentro) per poi farci
    > transitare un ca22o !!!
    > Credo che i cavi servano solo per dar da
    > mangiare ai topi (sempre che le guaine siano
    > di loro gradimento).

    Bè devono mangiare pure loro.
    Onori alla Telecom...
    non+autenticato
  • e noi del sud stiamo con i nostri affezionatissimi 3-6 kbyte di download al sec...
    Spero che almeno per la fine 2002 ci toccherà a noi questa cablatura ma secondo me c'è ne di mezzo il mare...causa poki utenti e comuni stronzi che non capiscono un pifferO!!
    Anzichè buttar soldi per paesaggi,marciapiedi e caxxate varie qualkosa lo possono fare per internet che fa già parte del lavoro di ogni impiegato.

    Byeeeez
    non+autenticato
  • Sono pienamente d'accordo...Forse capiranno che il futuro sta nella fibra ottica...
    Ma ricordiamo le parole di telecom italia:"...la fibra ottica è una spesa insostenibile che puo essere benissimo evitata potenziando il doppino in rame....". Seeeee come no...ma che bella cazzata.
    Forse pochi sanno che già ADSL (il sistema xDSL più lento) è sostenuto dalla fibra ottica.
    Le nostre speranze risiedono in FASTWEB!
    non+autenticato
  • Buona parte dell'Italia (anche nel sud) è già cablata o lo sarà al più presto!
    Guardate questo sito http://www.e-via.it/ita/index.htm
    Pare quindi ovvio che mancano dei provider pronti a sfruttare questo enorme potenziale, però come Fastweb insegna prima di tutto ci vogliono migliaia di miliardi da investire e non tutti li hanno a disposizione!
    non+autenticato


  • - Scritto da: wop82
    > Buona parte dell'Italia (anche nel sud) è
    > già cablata o lo sarà al più presto!
    > Guardate questo sito
    > http://www.e-via.it/ita/index.htm
    > Pare quindi ovvio che mancano dei provider
    > pronti a sfruttare questo enorme potenziale,
    > però come Fastweb insegna prima di tutto ci
    > vogliono migliaia di miliardi da investire e
    > non tutti li hanno a disposizione!

    Il problema e' che a cablare l'Italia non ci si mette niente , per le dorsali si fanno passare i cavi lungo le autostrade o se tra i tuoi azionisti c'e' enel lo tiri lungo i tralicci. Il costo grosso e' quando devi spaccare le vie delle incasinatissime citta' italiane (perche' i cavi vanno tutti interrati per le belle arti) e il bello deve ancora venire , infatti per portare il cavo in casa devono chiedere l'autorizzazione dell'amministratore e sperare che ci sia spazio dove farlo passare senza spaccare niente (altrimenti ci vogliono altri permessi ,riunioni di condomino ecc,ecc) ,e non e' ancora finito ,in molti palazzi le canaline telecom sono ostruite o troppo strette per farci passare il cavo di rete quindi devi spaccare i muri (altri permessi ,autorizzazioni ,ecc) .
    non+autenticato