LinuxNews/ Oracle presenta il suo database cluster Linux

Oracle catapulta Linux nelle grandi imprese grazie al nuovo database parallelo e affidabile

Oracle è oramai nella fase di beta testing del primo database server per cluster su Linux, e prevede la consegna del prodotto finito entro la fine dell'anno. Lo sviluppo di Oracle 8i Parallel server, annunciato all'Oracle OpenWorld di San Francisco, è un passo importante per l'affermazione del sistema operativo nel mercato IT per le grandi imprese.
Oracle ha affermato che il nuovo prodotto offre, per gli utenti di Linux, livelli di affidabilità sulle applicazioni e sui dati mai introdotti prima d'ora.
La SuSE, TurboLinux e VA Linux System hanno testato approfonditamente Oracle 8i Parallel server.

Ma l'annuncio più importante che ha fatto la Oracle riguarda la prossima uscita di Oracle9i Application Server.
Le novità contenute in Oracle 9i sono tante e di enorme portata, prima tra tutti la garanzia del 100% di uptime e una scalabilità infinita.
E le prestazioni, sempre secondo Oracle, sono nettamente migliori rispetto al passato: Oracle 9i puo' servire sino a 7.500 HTTP request per secondo su una macchina con doppio processore.

La tecnologia utilizzata è stata sviluppata dalla Oracle negli ultimi 5 anni, ed è stata chiamata Cache Fusion (in quanto unisce tutte le cache dei database da ogni server in un unico cluster) a.k.a. Memory Interconnect (poiché i dati nelle memorie di ogni server sono disponibili anche a tutti gli altri, senza bisogno di accessi al disco).
Linux è stato a lungo utilizzato nella creazione di "cluster" con PC economici, messi insieme per creare "supercomputer" con costi bassissimi. Ma il clustering che ha funzionato bene per i web server e le applicazioni con intensivo uso della CPU (previsioni meteologiche, simulazioni scientifiche...) non è stato accettato dalle applicazioni business.
Sicuramente questo prodotto contribuirà a far fare il grande passo a Linux nelle grandi aziende.

Con le funzionalità veramente di alto livello che Oracle 9i fornisce, viene finalmente chiuso il gap tra Linux e gli altri sistemi Unix (come Solaris) per applicazioni su cluster. E le grandi aziende che non hanno mai considerato l'Open Source, valuteranno la possibilità di installare Oracle9i su Linux per applicazioni mission-critical.

Secondo le previsioni della casa madre, Oracle9i per Linux sarà disponibile nella prima metà del 2001.

A cura di noze, Soluzioni Open-Source