Vint Cerf: il terrorismo e la rete

Internet è un'arma potentissima contro il terrorismo ed è linfa vitale per la democrazia. La reazione di uno dei padri della rete

Roma - "Cari amici, mi trovo a Chicago, per una volta immobilizzato in conseguenza degli attacchi terroristici pressoché incomprensibili lanciati contro gli Stati Uniti a New York e Washington. Le mie parole non valgono a fronte di tanta furia selvaggia".

Comincia così il messaggio che Vint Cerf ha diffuso ieri attraverso la Internet Society, l'associazione internazionale che lui stesso ha contribuito a fondare.

"Ora più che mai - afferma l'inventore del protocollo TCP/IP, una delle più carismatiche figure tra i "padri" di internet - internet deve essere sfruttata, come gli altri media, per portare luce su tutti coloro che potrebbero distruggere la libertà nel mondo. L'informazione è la torcia della verità e il suo flusso libero è la linfa della democrazia".
"Il prezzo di questo libero flusso - continua Cerf - può essere informazione che non ci piace o a cui non crediamo, ma l'antidoto alla malainformazione è maggiore informazione, non meno informazione".

"I vostri pensieri e preghiere - conclude Cerf - dedicati alle vittime del terrorismo, a dove questo demone ha colpito le vite degli uomini, saranno tutti benvenuti e apprezzati. La vostra determinazione ad estirpare questa piaga dalla nostra società sarà necessaria se la cultura globale del 21esimo secolo dovrà evolvere in qualcosa che noi vorremmo lasciare in eredità ai nostri figli e ai figli dei nostri figli".
TAG: mondo
3 Commenti alla Notizia Vint Cerf: il terrorismo e la rete
Ordina
  • Dobbiamo intervenire sulla rete per difendere la nostra libertà di comunicare e la nostra sicurezza.
    non+autenticato
  • bhe, l'unico problema e che nessuno vuole piu informazione...figuriamoci...e che alla maggior parte della gente non frega (o non riesce a capire) niente della propria liberta...
    comunque, tutto questo non e iniziato l'altro ieri, ma da quando internet e diventata commerciale...
    l'unica cosa che ci rimane e studiare...


    - Scritto da: io per tutti
    > Dobbiamo intervenire sulla rete per
    > difendere la nostra libertà di comunicare e
    > la nostra sicurezza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: blah
    > l'unica cosa che ci rimane e studiare...

    ...e imparare la differenza tra congiunzioni e terze persone del verbo essere... Occhiolino

    damioA bocca aperta
    __________________________________________________
    The best evidence of intelligent life out there is that none of them have contacted us.
                         -- someone John Fistere,
                            National Geographic reader
    non+autenticato