Compaq iPAQ ora in Italia

Compaq iPAQ è il primo apparecchio Windows 2000 ad essere disponibile in versione legacy-free, utilizzando porte USB in luogo degli slot di espansione ISA/PCI o delle porte tradizionali. Ora sul mercato italiano

Roma - Ieri Compaq ha annunciato la disponibilità sul mercato italiano di iPAQ Desktop, un device pensato per svolgere una serie di funzionalità tipiche del computing e di facilitare l'accesso alla Rete. Uno strumento al quale il caratteristico design ha consentito di salire alla ribalta dei media.

L'iPAQ Desktop è disponibile in due versioni ed è il primo prodotto che Compaq presenta nella versione "Legacy Free", che supporta Windows 2000 ed è dotata di cinque porte USB in sostituzione delle tradizionali porte seriali e parallele. La versione "Legacy Standard" possiede invece porte parallele, seriali USB, supporta Windows 95, 98, NT4 e 2000.

Il device è dotato dei tool Altiris e PC Transplantm che consentono di replicare e realizzare le immagini del software in modo piuttosto semplice. Il sistema MultiBay - spiega Compaq in una nota - permette la sostituzione a caldo di lettori DVD, CD e SuperDisk LS-120 senza bisogno di riavviare l'iPAQ.
Sul mercato italiano, iPAQ Desktop viene distribuito, monitor escluso, ad un prezzo di 836,04 euro (1.618.800 lire) nella versione Legacy Standard. Nella versione Legacy Free costa invece 805,05 euro (1.558.800 lire).

Il display che Compaq ha presentato insieme all'iPAQ e pensato per i nuovi device è un flat-panel TFT 5005 Carbon da 15 pollici, supporta una risoluzione XGA (1024x768 punti) e una luminosità pari a 200-nit. Viene proposto in due tonalità, opale o carbone, e costa 1610.73 euro (3.118.800 lire).
TAG: hw