Sequestrato Fantacalcio.it ed altri siti

Dietro pare esserci un giro di scommesse illegali. Il sitone del gioco virtuale coinvolto nell'operazione con cui la Guardia di Finanza ha provveduto alla chiusura di cinque siti italiani nella giornata di ieri

Sequestrato Fantacalcio.it ed altri sitiRoma - Tornano i sequestri di siti web in Italia. Questa volta è toccato a Fantacalcio.it, notissimo portale del "gioco del calcio virtuale", da anni in rete, che ieri sulla propria home page presentava l'annuncio dell'avvenuto sequestro da parte della Guardia di Finanza. Ma ad essere finiti nel mirino delle Fiamme gialle sono anche altri quattro siti legati in un modo o nell'altro al gioco del calcio: assocalciatori.it, mantova.scommesse.it, mantovaschop.net e betsport.it.

A quanto pare, i siti sono stati oscurati dai finanzieri perché sarebbero coinvolti in una indagine che riguarda scommesse clandestine, in particolare scommesse che consentivano ad italiani di "giocare" in modo illegale, sfruttando una rete nostrana che farebbe capo ad un operatore britannico. Le prime ricostruzioni indicherebbero infatti che i siti oscurati sarebbero in qualche modo legati ad agenzie di scommesse (bookmaker) britanniche che, via internet, raccoglievano puntate su partite di calcio di tutte le serie. Il denaro raccolto con carta di credito andava direttamente alla "casa madre" britannica.

Stando a quanto riferito dagli investigatori, non si esclude che nel giro delle scommesse oggetto dell'indagine siano coinvolti anche dei calciatori oppure persone che in un modo o nell'altro appartengono al mondo delle squadre di calcio nazionali. Fino a questo momento, la Guardia di Finanza si è limitata a sequestrare materiali e documenti che ora verranno passati al vaglio per verificare l'esistenza di un "giro d'affari" valutato in alcuni miliardi e nel quale potrebbero essere coinvolte molte decine di persone.
Ieri Punto Informatico si è messo in contatto con Fantacalcio.it che si è però limitato a spiegare che in questo momento non possono essere fatte dichiarazioni sull'accaduto. Va detto che porzioni ampie del sito sono state comunque accessibili a lungo anche a chi vi accede direttamente da link esterni al sito stesso; in serata invece l'intero sito è risultato irraggiungibile. A lato riproponiamo la home page come appariva nella giornata di ieri. Occorre anche sottolineare che la società che gestisce Fantacalcio.it gestisce anche il sito di Kataweb KWVideogiochi, che non sembra rientrare in alcun modo nell'inchiesta.

Stando ad una nota, il sequestro disposto dalla Procura della Repubblica di Roma è dovuto al fatto che i siti risultavano "privi delle necessarie autorizzazioni del ministero dell'Economia e delle Finanze e del CONI, concessionario del servizio." Secondo gli investigatori, tra i siti "e i provider, collocati a Roma e in Lombardia, Veneto e Sicilia, figura anche una importante associazione sportiva che, ancorché indicata sul proprio sito come soggetto regolarmente autorizzato ne era, in realtà, ugualmente priva" (di autorizzazione, ndr.).
TAG: cybercops
10 Commenti alla Notizia Sequestrato Fantacalcio.it ed altri siti
Ordina
  • eccoli che arrivano:
    altro che hackerz!!!
    a quando un defaced con un bel

    R00T3D BY GdF CREW

    AHAHHAHAHA
    non+autenticato
  • lul
    non+autenticato
  • potete spiegarmi cos'e' carnivore?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo
    > potete spiegarmi cos'e' carnivore?

    Un sistema di intercettazione, un pc con una cheda di rete o un modem "passante" che, collegato al provider permetterebbe di monitorare tutto quello che tu fai in rete.

    Anche se non so bene come possa fare se tengo aperti 4 telnet, 3 browser, 1 paio di FTP; come faccia a distinguere i pacchetti dei vari programmi.
    non+autenticato
  • come fare a discriminare una connessione da un altra? facile... basta fare come il tuo pc quando deve decidere a quale connessione appartengono i pacchetti che riceve: guarda l'accoppiata ip/porta sia del mittente che del destinatario e cosi` ha un sistema univoco per sapere come gestire le connessioni
    non+autenticato

  • ... come vedete non c'è bisogno di Carnivore e di invasione della privacy per beccare qualcuno.

    non so se habbiano torto o ragione... ma l'osservazione resta in ogni caso.

    Carnivore o no, riescono comunque a lavorare e a sequestrare roba.
    non+autenticato
  • Come ha fatto la Guardia di Finanza a sequestrare un sito che ha sede a Londra ???
    --- Ping a www.mantovashop.net ---
    C:\>ping www.mantovashop.net
    Esecuzione di Ping www.mantovashop.net [212.78.71.53] con 32 byte di dati:
    Risposta da 212.78.71.53: byte=32 durata=110ms TTL=243

    --- Ricerca sul RIPE dell'IP 212.78.71.53 ---
    inetnum:     212.78.71.0 - 212.78.71.255
    netname:     VI-NEWNET1
    descr:        Virtual Internet Ltd - L3
    descr:        London
    country:     GB
    admin-c:     JB1690-RIPE
    tech-c:       JB1690-RIPE
    status:       ASSIGNED PA
    mnt-by:       JDB1-RIPE-MNT
    changed:     jon@vi.net 20000320
    source:       RIPE


    Come si evince dai risultati il server e' a Londra, come avrà fatto la GdF a sequestrare sto' sito ??? Sequestro virtuale con accesso via FTP per bloccare le pagine e sostituire la homepage con quella attualmente presente ???
    Non si configura un abuso di territorialità da parte della GdF ??
    Boh... ho sempre delle perplessità nell'interpretazione delle leggi italiane.....

    non+autenticato
  • Mi sa che hai fatto un po` di confusione!
    Fai un whois su allwhois.com per avere i dati piu` esatti.

    francesco
    non+autenticato
  • Cosa c'entra se il dominio e' stato registrato da un Italiano o da un Inglese ? e comunque anche andando su allwhois il risultato non cambia:

    mantovashop.net
    Request: mantovashop.net

    Registrant:
    Webtrade (MANTOVASHOP2-DOM)
       Via Principe Amedeo 44
       Mantova, Italy 46100
       ITALY

       Domain Name: MANTOVASHOP.NET

       Administrative Contact, Technical Contact:
         Dorini, Gianni (HWTS1-RIPE) registrazioni@webtrade.it
         Web Trade srl
         Via Principe Amedeo 44
         Mantova, Italia 46100
         IT
         +39 376 367442
       Billing Contact:
         Domains Administrator (DA24339-OR) domains@VIANETWORKS.CO.UK
         Vianetworks UK Ltd
         620 Birchwood Boulevard
         Birchwood
         Warrington, Cheshire WA3 7QZ
         UK
         +44 1925 484 444
         Fax- +44 1925 484 469

    il billing address e' in Gran Bretagna, il registrante e il technical contact sono italiani, questo puo' solo significare che e' stato registrato attraverso un'agenzia italiana che rivende spazi in Gran Bretagna, quindi il server e' allocato in Gran Bretagna.
    Comunque basta fare un traceroute per rendersene conto che non e' in Italia:

    Tracing route to www.mantovashop.net [212.78.71.53]

    hop rtt rtt rtt   ip address fully qualified domain name
    1 0 0 0   216.46.228.241 port-216-3073265-dal16509b-drtn.devices.datareturn.net
    ...
    ...
    8 100 110 100   212.187.128.154 so-2-0-0.mp2.london1.level3.net
    9 111 100 100   212.187.131.40 gigabitethernet11-0.ipcolo2.london1.level3.net
    10 100 110 101   212.187.151.6 unknown.level3.net
    11 110 100 110   212.78.71.53 www.gandellini.it

    Trace complete

    Infatti l'ultimo host ha come pointer www.gandellini.it, ovvero un virtual host, visto che sullo stesso IP convivono piu' domini.....
    non+autenticato