TIM: SMS per i non vedenti

L'operatore di telefonia mobile lancia il servizio di SMS fruibili anche dai non vedenti: i testi saranno tradotti come messaggio vocale

Milano - TIM, in accordo con l'Unione Italiana Ciechi (UIC), ha lanciato un servizio che permetterà anche ai non vedenti di leggere e inviare SMS. Bisogna munirsi di una scheda speciale, fornita dall'UIC e chiamare il 119 per attivarla.

Il numero del telefono dell'utente non sarà modificato dal cambio di scheda, provvista di un microchip che assicura la traduzione del testo scritto in un messaggio a voce (e viceversa). Il telefonino segnalerà con un suono particolare l'arrivo di un nuovo messaggio, che potrà essere tradotto in una versione orale, chiamando il 49600.

Lo stesso numero va digitato se si vuole inviare un SMS, che sarà composto come messaggio vocale dal non vedente, dalla durata massima di quindici secondi (ma se ne possono inviare fino a cinque con la stessa chiamata). L'uso del servizio non prevede costi aggiuntivi per l'utente: la lettura di un messaggio è gratuita e il suo invio rispecchia il normale costo stabilito dal profilo tariffario scelto dal cliente.
Marco De Benedetti, amministratore delegato di TIM, ha dichiarato che quest'iniziativa "riflette la missione promossa dalla società di mettere le tecnologie a disposizione dei cittadini, evitando l'esclusione delle categorie più svantaggiate"; categorie e figure sociali che adesso, come si può desumere, potranno entrare a tutti gli effetti (a onta dei loro handicap) nel mercato della telefonia mobile, che ha trovato proprio nell'invio degli SMS una solida fonte di profitto.
1 Commenti alla Notizia TIM: SMS per i non vedenti
Ordina