LinuxNews/ Approvato il primo standard per Linux

OpenSource vuol dire libertà di scelta, ma le distribuzioni sono tante. A dare delle raccomandazioni sullo standard di sviluppo ci pensa il Free Standard Group

Come da tempo preannunciato il gruppo di lavoro che da diversi mesi sta lavorando alla creazione di specifiche per la piattaforma di sviluppo Linux (LDPS: Linux Development Platform Specification) ha finalmente rilasciato la prima versione dello standard.

La LDPS permette la portabilità delle applicazioni su tutte le distribuzioni Linux disponibili. Seguendo le LDPS gli sviluppatori potranno più facilmente creare e distribuire software attraverso le varie distribuzioni Linux, incluse Caldera OpenLinux 2.4, Corel Linux OS SE, Debian GNU/Linux 2.2, Linux-Mandrake 7.0, Red Hat Linux 6.2, Suse Linux 6.4 e TurboLinux 6.0 (queste sono tutte distribuzioni che rientrano nelle specifiche di standard).

"L'LDPS è il primo di molti progetti pianificati che dovrebbero aiutare sia gli sviluppatori OpenSource sia le grandi società ad effettuare il porting delle applicazioni su Linux" ha detto il presidente dello Free Standard Group, Dan Quinlan. "Avere una singola referenza per lo sviluppo può semplificare il processo di implementazione di applicazioni basate su Linux".

La LDPS è stata creata come raccomandazione per gli sviluppatori, in modo che possano creare dei file binari che siano facilmente portabili su tutte le distribuzioni di Linux.
Lo scopo principale che si prefigge è quello di dare un preciso indirizzo alla frammentazione, che ha perseguitato la storia di Unix e che ora sembra minacciare Linux, con le differenti release delle varie compagnie incompatibili tra di loro. La frammentazione potrebbe interrompere malamente il processo di adozione di Linux da parte delle imprese, poiché quest'ultime, frustrate dalle incompatibilità tecnica tra le applicazioni e le varie distribuzioni Linux, potrebbero cercare altre soluzioni.
Alcuni membri del Free Standard Group sono:
Atipa Linux Solutions, Caldera Systems, Corel Corporation, The Debian Project, Delix Computer, Enhanced Software Technologies, Inc., IBM, Linuxcare, Linux for Power PC, LinuxMall.com, Linux Professional Institute, MandrakeSoft, Metro Link, The Open Group, Red Hat, Inc., SAP AG, SCO, SGI, Software in the Public Interest, Inc., Sun Microsystems, SuSE Linux AG, TurboLinux, VA Linux Systems.

"Gli standard che permettono interoperabilità e portabilità sono di cruciale importanza per Linux" ha detto Dan Kusnetzky, vice presidente di IDC. "Svariate indagini hanno indicato che i manager IT si sentiranno tranquilli nell'adottare Linux solo se le loro applicazioni, basate su una particolare distribuzione, potranno essere trasportate su altre piattaforme Linux".

A cura di noze, Soluzioni Open-Source