LinuxNews/ Da IBM il database per Linux embedded

Il nuovo DB2 di IBM raggiunge i piccoli device, fra cui quelli su piattaforma Embedded Linux

Con lo scopo di aiutare i clienti a immagazzinare, gestire ed accedere i dati da qualsiasi luogo, IBM ha introdotto l'ultima versione di DB2 Everyplace, un database relazionale compatto molto diffuso nel mondo industriale.

Oltre al supporto giÓ esistente per la piattaforma Palm, Db2 Everyplace versione 7.1 supporta quattro nuove piattaforme: MS Windows CE, EPOC, Neutrino ed Embedded Linux. Inoltre suporta anche Bluetooth e gli standard IR, che permettono una reale sincronizzazione wireless.

Le nuove piattaforme supportate dal DB2 Everyplace potranno girare su diversi dispositivi, che variano dai telefoni cellulari ai palmari HPC (HandHeld Personal Computer) e a vari dispositivi PDA. DB2 Everyplace consentirÓ comunque alle imprese di costruire e gestire applicazioni basate su database su device stand-alone permettendo poi la sincronizzazione con i dati aziendali.
Con Personae Application Builder (PAB), incluso in DB2 Evetyplace, Ŕ molto facile sviluppare applicazioni, e con linguaggi comuni come ad esempio il C++ e il Java. DB2 Everyplace usa un sottoinsieme delle interfacce standard come le CLI (DB2 Call Level Interface), OBDC, JDBC e SQL.
DB2 supporta svariate lingue nazionali (tra cui l'italiano) e i Double Byte Character.

I prezzi sono di 5.000$ per processore e 49$ per utente per la DB2 Everyplace Enterprise Edition v 7.1 con il server di sincronizzazione con gli altri membri della famiglia DB2.
DB2 Everyplace v7.1 Personal Edition per uso standalone da parte di un singolo utente costa 49$.

A cura di noze, Soluzioni Open-Source