571.000 utenti messicani

In Messico il "digital gap" tra uomini e donne, che ancora caratterizza numerosi paesi anche tra quelli in cui Internet è strumento diffuso, sembra non avere un peso rilevante: il 41 per cento dei surfer è di sesso femminile

Città del Messico - Sarebbero 571mila gli utenti messicani, cioè i cittadini di quel paese che dispongono di accesso ad Internet. Li ha "misurati" NetValue, celebre società di rilevazione parigina da poco attiva anche nel paese centro-americano.

Stando ai dati di NetValue, Internet sta conoscendo una veloce crescita nel paese anche se, una volta collegati alla Rete, i messicani passano online una quantità di tempo inferiore ai vicini americani o agli europei di Germania, Francia e Gran Bretagna. Ogni mese, infatti, l'utente messicano medio passa collegato alla Rete 7,6 ore contro le 11,2 che NetValue ha registrato tra gli utenti americani.

Di interesse anche il fatto che il 37 per cento dei navigatori messicani appartiene alla fascia d'età compresa tra i 15 e i 24 anni, un dato che segnala una notevole differenza con altri paesi, come gli Stati uniti, nei quali in quella fascia di età si trova solo il 18 per cento degli utenti complessivi. Sotto i 34 anni, d'altra parte, sono il 67 per cento degli utenti messicani.
A segnalare una differenza sostanziale della Rete messicana da quella di altri paesi è il fatto che ben il 41 per cento degli utenti è di sesso femminile. Il "digital gap" tra uomini e donne, che ancora caratterizza numerosi paesi, anche quelli in cui Internet è strumento diffuso, in Messico sembra non avere un peso rilevante. Basti pensare che in Germania, secondo NetValue, le donne costituiscono solo il 34 per cento del totale dei navigatori.
TAG: mondo