Corel Linux, anno zero

La giovane azienda Xandros ha acquistato la licenza per mettere le mani su Corel Linux e farne una distribuzione del tutto rinnovata

Ottawa (Canada) - L'operazione annunciata lo scorso mese da Corel è andata in porto. In base ad un accordo strategico con l'azienda canadese, Xandros detiene ora la licenza che le dà accesso al sistema operativo Corel Linux ed alle relative tecnologie.

Xandros, una nuova azienda in cui la Linux Global Partners (una società di investimenti focalizzata su Linux) ha investito 10 milioni di dollari, ha intenzione di utilizzare Corel Linux come base per una distribuzione totalmente nuova che, come la precedente, abbia come suo target primario il mercato desktop.

Come Corel prima di lei, anche Xandros dichiara senza mezzi termini di voler fare guerra a Microsoft, un obiettivo parecchio ambizioso visti i trascorsi di Linux sul mercato desktop e l'ancor apparente inattaccabilità di Windows in questo settore. Tuttavia, la neo azienda sostiene di avere il giusto know how e le giuste tecnologie per dar vita ad una nuova piattaforma Linux desktop estremamente facile da installare, usare e configurare.
La distribuzione di Xandros, di cui ancora non si conosce il nome, verrà rilasciata nei prossimi mesi e, a detta dell'azienda, "venduta ad una frazione del costo dei sistemi operativi Windows e delle relative applicazioni". Il pacchetto conterrà una suite completa di strumenti per la produttività, accessi preconfigurati ad Internet ed una grande varietà di driver e di applicazioni di cui "l'utente ha bisogno e si aspetta di trovare".

Michael A. Bego, presidente di Xandros, ha affermato che la prima versione commerciabile della distribuzione Linux, in via di sviluppo, arriverà sul mercato durante il primo trimestre del 2002 e supporterà entrambi gli ambienti desktop KDE e GNOME (Corel Linux, come noto, era invece basato soltanto sul primo). Bego ha poi rivelato che nel tardo 2002 verrà rilasciata anche una versione enterprise del prodotto.

L'accordo fra Xandros e Corel ha una durata di 18 mesi, al termine dei quali tutte le proprietà intellettuali legate a Corel Linux dovrebbero definitivamente passare, secondo quanto affermato da Bogo, nelle mani di Xandros.
6 Commenti alla Notizia Corel Linux, anno zero
Ordina