Parte Flash, tariffa senzascatti TIM

Il profilo tariffario Flash è attivo da ieri. Prevede una fascia unica di addebito e l'abolizione dello scatto alla risposta. Si paga a secondo ed è previsto un bonus autoricarica

Roma - Si chiama Flash TIM la nuova tariffa senzascatti di Telecom Italia Mobile partita ufficialmente ieri. La nuova tariffa è pensata per rispondere alle "mosse" degli operatori concorrenti eliminando lo scatto alla risposta e introducendo l'addebito per gli effettivi secondi di conversazione. Flash, inoltre, offre un "doppio bonus" per l'Autoricarica e vale per tutti i ricaricabili TIM, Tacs o GSM.

La tariffa valida tutto il giorno, tutti i giorni, offerta da TIM prevede un addebito di 480 lire al minuto (Iva inclusa) per qualsiasi chiamata sul territorio nazionale e per le telefonate dirette ad altri apparecchi mobili. Stesso addebito, sempre senza scatto, è previsto per la consultazione della segreteria telefonica.

Il meccanismo della "doppia Autoricarica" prevede che quando si chiama un altro telefonino TIM oppure mentre si ascoltano i messaggi della segreteria telefonica si somma una lira al credito complessivo. Una volta accumulati 100 minuti di telefonata, TIM accredita automaticamente il "bonus" da 6mila lire (Iva compresa). L'Autoricarica funziona anche quando si ricevono chiamate. Rispondendo a telefonatate provenienti da apparecchi TIM si otterrà il medesimo bonus ogni 100 minuti di chiamate ricevute. Va detto che entrambi i bonus "girano" su base bimestrale: la prima scadenza è a fine dicembre. I punti accumulati fino a quel momento vengono azzerati per il bimestre successivo se non raggiungono la quota necessaria all'accredito delle 6mila lire.