Dmail paga le email inviate

Anche in Italia apre un servizio che propone una casella di posta elettronica da 5 megabyte di spazio e che remunera con 100 lire ogni email inviata da quell'indirizzo. Per stimolare gli acquisti

Roma - Un servizio di webemail che paga i suoi utenti 100 lire in buoni d'acquisto per ogni lettera elettronica spedita: questo il profilo sintetico del nuovo servizio lanciato da Dmail, colosso del commercio elettronico italiano, che intende così stimolare le vendite.

Chi si registra al nuovo servizio ottiene una mailbox online tuonome@dmail.it da 5 megabyte di spazio. In cambio deve fornire i propri dati e accettare che tutte le email inviate abbiano, in calce, due righe di sponsorizzazione.

All'utente registrato, Dmail offre 100 lire per ogni email inviata fino ad un massimo di 30mila lire che dovranno essere spese per un acquisto nel negozio online prima di poter accumulare nuovi crediti per un secondo "bonus". Gli acquisti effettuati dovranno comprendere una spesa minima di 30mila lire oltre al bonus eventualmente utilizzato.
Il progetto Dmail, che ha corrispettivi solo in alcuni paesi, tra cui gli Stati Uniti, poggia sull'infrastruttura tecnologica di Infostrada, per quanto riguarda l'hardware, e Critical Path, per il software di webemail. Critical Path, come si ricorderà, è uno dei maggiori fornitori di soluzioni di posta elettronica online.