L'Europa verso la superbanda di G.SHDSL

Un nuovo standard di connettività promette di fare piazza pulita delle altre tecnologie SDSL offrendo più banda e più portata. Sarà davvero così? In molti aspettano ancora l'ADSL, che in Italia soffre di casualità

L'Europa verso la superbanda di G.SHDSLWeb - Un'Europa con una internet molto più veloce in grado di fornire molti e diversi servizi in più? Dalla grande e variegata famiglia di tecnologie di connessione DSL sta ora emergendo un nuovo importante standard, il G.SHDSL (Global Symmetric High Bit Rate Digital Subscriber Loop), che promette velocità mai viste. In particolare capacità di banda che superano di due o tre volte quelle delle attuali tecnologie SDSL, con in più la capacità di coprire tratte molto più lunghe rispetto alle attuali altre tecnologie SDSL.

Sviluppato in Europa dall'organo di standardizzazione internazionale ITU, il G.SHDSL, formalmente noto come G991.2, sta iniziando a farsi notare come via privilegiata ad una connettività che può candidarsi a pieno titolo tra i sistemi che puntano a rimpiazzare buona parte dei protocolli DSL simmetrici utilizzati nel mondo business, in Europa e altrove.

Capace di spingersi a velocità di 2,3 Mbps, o anche al doppio in alcune circostanze, G.SHDSL risulta appetibile soprattutto per la sua capacità di spingersi, grazie a dei ripetitori, ben oltre i 5,5 Km di massima tratta che limitano le attuali versioni di DSL. Una qualità che si può tradurre, evidentemente, in una più facile copertura di ampie zone del territorio.
G.SHDSL, che dopo le prime sperimentazioni qui nel Vecchio Continente sta ora partendo alla volta degli Stati Uniti, pone anche fine al grande caos di standard proprietari che caratterizza la famiglia di tecnologie SDSL e che fino ad oggi ha impedito una massiccia diffusione di questo tipo di connettività.

"Stiamo assistendo alle prime installazioni in Europa. Abbiamo appena finito alcune delle fasi di test", ha dichiarato Mark Peden, membro del consiglio di amministrazione del DSL Forum, un'organizzazione no profit che promuove DSL. "Anche in USA la fase di test di G.SHDSL sta procedendo in modo rapido e alcuni dei più grossi carrier telefonici hanno annunciato piani per transitare verso questo nuovo standard non appena sarà disponibile".

Secondo gli esperti, G.SHDSL potrà avere molto successo nel settore business, in specie in campi come l'accesso remoto alle LAN, il Web hosting, la condivisione di applicazioni e la video conferenza, ma per il momento non minaccerà ADSL, la "versione consumer" di DSL.

ADSL resta tuttora la tecnologia con il miglior rapporto prezzo/prestazioni per gli utenti domestici ed i piccoli uffici e, a detta degli operatori, resterà sulla piazza ancora a lungo. In molti paesi, come l'Italia, l'ADSL ha iniziato a diffondersi da tempo sebbene rimanga sul campo l'annosa questione della copertura. Non solo il territorio è "poco coperto" ma spesso neppure gli operatori che offrono ADSL sono in grado di fornire chiare indicazioni sulle aree nelle quali è possibile attivare il servizio...
TAG: adsl
38 Commenti alla Notizia L'Europa verso la superbanda di G.SHDSL
Ordina
  • Mi viene da piangere se penso alla situazione degli altri paesi, quei maledetti di telecom italia non attivano un cavolo, sempre le solite zone...Vergognatevi!!! zozzoni monopolisti ladri!!
    non+autenticato
  • Il nocciolo della questione è uno solo: può questa tecnologia viaggiare sul doppino in rame che tutti gli italiani hanno, oppure devono essere ricablate tutte le città? se la prima ipotessi fosse vera, allora benvenuta alla nuova tecnologia che permetterebbe (concorrenza) un abbattimento dei costi per l'allaccio alla normale ADSL; nel caso della seconda ipotesi, per noi mortali (leggi utente privato) sarebbe solo un sogno............ (ma ti rendi conto quanto dovrebbe costare per ammortizzare il costo dei cablaggi...).

    CiaoX

    a quasi mi scordavo: t*e*l*e*k*o*m F*U*C*K!!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: BauX
    > Il nocciolo della questione è uno solo: può
    > questa tecnologia viaggiare sul doppino in
    > rame che tutti gli italiani hanno, oppure
    > devono essere ricablate tutte le città?

    http://wireline.telecomitalia.it/PMI/articoli3/0,1...
    Sai leggere?

    > se la prima ipotessi fosse vera, allora
    > benvenuta alla nuova tecnologia che
    > permetterebbe (concorrenza) un abbattimento
    > dei costi per l'allaccio alla normale ADSL;
    > nel caso della seconda ipotesi, per noi
    > mortali (leggi utente privato) sarebbe solo
    > un sogno............ (ma ti rendi conto
    > quanto dovrebbe costare per ammortizzare il
    > costo dei cablaggi...).

    Siccome pagate già le bollette di luce e servizi più care d'Europa e non ve ne frega un tubo, questo illogico interesse a lesinare sulle spese telefoniche risulta veramente patetico.

    > a quasi mi scordavo: t*e*l*e*k*o*m
    > F*U*C*K!!!!

    Io non mi scordo. Altrettanto a te e famiglia.
    non+autenticato
  • Gia l'adsl andrebbe bene se venisse fornita al pieno delle sue potenzialità...
    invece le offerte accessibili sono quelle a banda ridotta...
    quindi cosa serve a noi questa nuova tecnologia?
    niente! e perchè? di chi è la colpa?
    non+autenticato

  • Uffa, siamo alle solite. Come se i consumatori fossero dei ragazzini scemi, ogni 3-4 mesi li convincono a comprare un giocattolo nuovo. Avete l?ADSL? Dovete comprare l?XDSL! E poi la HDSL, poi la SHDSL e così via per almeno altri 20 anni. Facendoci spendere un sacco di soldi. Mentre sanno tutti benissimo che esiste (da almeno da 10 anni) un prodotto che può garantire la massima velocità a prezzi contenuti: parlo ovviamente delle fibre ottiche.

    D?accordo, per installare le fibre ottiche bisogna bucare le strade e questo ha un costo. Ma diciamo la verità, negli ultimi 10 anni, quante volte hanno bucato le strade nel vostro quartiere? Nel mio, 4 volte. Una volta per il gas, un?altra per le nuove fognature, un?altra ancora per interrare i cavi dell?Enel. E l?ultima volta (un anno fa) per mettere nuovi cavi telefonici (una società che comincia con la I.)

    Ci voleva tanto ad approfittare di questi scavi per mettere le fibre ottiche? No, ci voleva pochissimo. Ma poi le società di telecomunicazioni come avrebbero fatto a guadagnare migliaia di miliardi?


    Allora, ragazzi, io ho un?idea: so che siamo in tanti a pensarla così, e tramite Internet possiamo raggiungere altre migliaia e migliaia di persone. Perché non formiamo un gruppo di pressione che almeno una volta al mese faccia sentire la nostra voce ai politici? Riempiamoli di fax, di e-mail, di lettere. Il messaggio? E? semplice:     
    ENTRO IL 2005 TUTTA L?ITALIA DOVRA? ESSERE CABLATA CON LE FIBRE OTTICHE.

    Altrimenti se lo scordano di vincere le elezioni!



    Voltaire 2001








    non+autenticato
  • > D?accordo, per installare le fibre ottiche
    > bisogna bucare le strade e questo ha un
    > costo. Ma diciamo la verità, negli ultimi 10
    > anni, quante volte hanno bucato le strade
    > nel vostro quartiere? Nel mio, 4 volte. Una
    > volta per il gas, un?altra per le nuove
    > fognature, un?altra ancora per interrare i
    > cavi dell?Enel. E l?ultima volta (un anno
    > fa) per mettere nuovi cavi telefonici (una
    > società che comincia con la I.)
    > Ci voleva tanto ad approfittare di questi
    > scavi per mettere le fibre ottiche? No, ci
    > voleva pochissimo.

    Quattro percorsi perfettamente coincidenti?

    > Ma poi le società di
    > telecomunicazioni come avrebbero fatto a
    > guadagnare migliaia di miliardi?

    Questa non l'ho capita.
    IMHO per le società telefoniche posare i cavi è un costo, non un ricavo.
    Casomai i soldi li hanno fatti le società che hanno eseguito i lavori.
    non+autenticato
  • 2005???!!!!!
    non+autenticato
  • imperatore ha ragione...
    2005????
    vuoi farci aspettare
    A N C O R A
    Q U A T T R O
    A N N I
    ??????????

    - Scritto da: imperatore R o - c- kfeller
    > 2005???!!!!!
    non+autenticato
  • Completamente d'accordo con voi, ma l'Italia, con questo governo più lumaca di tutti i precedenti, non si adeguerà mai a nessun cambiamento anche se dovesse interessare un qualsiasi paese confinante. Nemmeno se glielo dicessero gli amati americani (di merda).
    non+autenticato
  • Non so perche' definisci cosi' gli americani. Quel che e' certo e' che oggi in Italia si naviga meglio di un tempo.
    Mi dirai che costa di piu', con la storia delle flat che sono affondate. Ma oggi c'e' piu' banda di una volta e ci sono piu' servizi.
    Non mi pare che siamo cosi' indietro.
    non+autenticato
  • ...E forse, per la prima volta, abbiamo un ministro che ha avuto la buona pensata di lanciare il sasso nello stagno...(gasparri...)a favore di uno sviluppo migliore della Rete.
    Gli Altri.....hanno ingrassato Telecom....
    non+autenticato
  • VERO!
    non+autenticato
  • > ...E forse, per la prima volta, abbiamo un
    > ministro che ha avuto la buona pensata di
    > lanciare il sasso nello
    > stagno...(gasparri...)a favore di uno
    > sviluppo migliore della Rete.

    Il Ministro ha fatto la sua sparata per un solo motivo: dimostrare che la sua politica non ha nulla a che vedere con quella dei governi precedenti. Non credere che gli stia a cuore il problema; vuole solo farsi rieleggere anche alle prossime elezioni.

    > Gli Altri.....hanno ingrassato Telecom....

    Per forza! È sempre stata pubblica! È chiaro che il governo la salvaguardava!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: L'Obeso
    > Non so perche' definisci cosi' gli
    > americani.

    beh... ;o)

    > Quel che e' certo e' che oggi in
    > Italia si naviga meglio di un tempo.

    ???!!!?!?!

    > Mi dirai che costa di piu', con la storia
    > delle flat che sono affondate. Ma oggi c'e'
    > piu' banda di una volta e ci sono piu'
    > servizi.

    servizi ok, ti dò perfettamente ragione... ma + banda?!?!?
    una volta eravamo quattro gatti e la banda che c'era bastava...
    in ASSOLUTO c'è più banda, ma in sostanza si va + lenti!

    > Non mi pare che siamo cosi' indietro.

    eh si eh si eh si...
    a me e a tanti altri pare invece.
    tu mi sembri un po' sulle nuovole...
    SVEGLIA!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Cirio
    > - Scritto da: L'Obeso
    > > Non so perche' definisci cosi' gli
    > > americani.
    >
    > beh... ;o)
    ma che vuoi dire? ti dispiace usare le parole?
    >
    > > Quel che e' certo e' che oggi in
    > > Italia si naviga meglio di un tempo.
    >
    > ???!!!?!?!
    e' cosi', prova a spiegarti
    >
    > > Mi dirai che costa di piu', con la storia
    > > delle flat che sono affondate. Ma oggi
    > c'e'
    > > piu' banda di una volta e ci sono piu'
    > > servizi.
    >
    > servizi ok, ti dò perfettamente ragione...
    > ma + banda?!?!?
    > una volta eravamo quattro gatti e la banda
    > che c'era bastava...
    forse per te una volta significa 3 massimo 4 anni fa pero' quando eravamo 4 gatti e tu giocavi ancora con il gameboy il problema fondamentale era il modem (a impulsi) e la tariffa (a tempo)

    > in ASSOLUTO c'è più banda, ma in sostanza si
    > va + lenti!
    ma cosa stai dicendo? spero che non credi veramente in quello che dici!
    >
    > > Non mi pare che siamo cosi' indietro.
    >
    > eh si eh si eh si...
    > a me e a tanti altri
    chi? il tuo cane?

    pare invece.
    > tu mi sembri un po' sulle nuovole...
    > SVEGLIA!!!
    sei tu che ti devi svegliare la banda, c'e' basta pagare dalle 20 alle 50 mila in piu' e volendo puoi avere anche la fibra
    e non dire che la banda c'e' solo per chi abita in citta' (mai sentito parlare di netsystem?)
    salutoni e... SVEGLIA!!!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)