Molto più Web che WAP?

Uno studio danese indica che entro la fine dell'anno il numero di utenti di cellulare nel mondo sarà doppio rispetto al numero di utenti internet. Ed entro il 2003 per l'Europa occidentale sarà definito il futuro senza fili

Bornholm - Alla fine di quest'anno, il numero di utenti di telefoni cellulari nel mondo sarà doppio rispetto a coloro che hanno accesso ad Internet: questo è uno dei risultati dello studio condotto dal Centro di ricerca danese di Bornholm. Uno studio che evidenzia una continua rapidissima diffusione pressoché ovunque della telefonia mobile con una rivoluzione in vista per l'Europa occidentale.

Stando a Carl Henrik Marcussen, autore del rapporto, entro il 2003 la percentuale di cittadini dell'Europa occidentale che disporrà di un telefono cellulare sarà salita a quota 69 per cento, dal 56 per cento previsto alla fine di quest'anno. Di coloro che avranno il telefonino, il 19 per cento utilizzerà servizi WAP. Di interesse il fatto che "solo" il 41 per cento degli europei, per il 2003, disporrà di accesso ad Internet da rete fissa.

I dati, che sembrano evidenziare ancora per questi anni una "leadership" degli utenti Internet non-wireless, indicano che anche in Asia l'uso dei cellulari più o meno "intelligenti" va aumentando con grande rapidità. Basti considerare il fatto che in Cina il numero di utenti crescerà nel 2000 più di quanto accada in Giappone e che, secondo le previsioni, proprio la Cina entro il 2002 avrà la più alta percentuale di telefonini rispetto alla popolazione di qualsiasi altro paese al mondo.
Di interesse il fatto che entro il 2000 il numero di utenti americani di telefonia mobile salirà di 10 punti, a quota 41 per cento, facendo degli USA uno dei pochissimi paesi nei quali il numero di utenze cellulari sarà minore rispetto al numero di utenti Internet.

Alla fine di quest'anno, conclude lo studio, nel mondo saranno attivi 690 milioni di cellulari. Entro il 2002 saremo a quota un miliardo.