(Quasi) preselection per Wind

L'operatore dell'Arancia allestisce il suo servizio per accogliere i transfughi di Telecom Italia, quelli che vogliono pre-selezionare Wind come operatore principale. Ma rimane uno scoglio: Telecom deve dare l'ok

(Quasi) preselection per WindRoma - Si avvicina la liberalizzazione dell'Ultimo Miglio e gli operatori telefonici concorrenti di Telecom Italia si stanno apprestando ad accogliere gli utenti che vogliano selezionare carrier principali diversi da Telecom. Wind ha annunciato nelle scorse ore il varo dell'opzione di Carrier preselection per passare a Wind, cioè per chiamare con Wind senza comporre prefissi.

La Carrier preselection, il diritto degli utenti di scegliere l'operatore principale per i servizi telefonici, in Wind si chiama Filo Diretto. Un'opzione che elimina la necessità di comporre il 1088 prima del numero da chiamare per sfruttare le tariffe Wind.

Ma per riuscire a passare a Wind, o a qualunque altro operatore, occorre "mettersi in fila". Telecom Italia, infatti, deve approvare, come da regolamento, i passaggi ad altro operatore ma può approvarne un massimo di 12mila al giorno. Questo significa che se i "transfughi" da Telecom sono numerosi, verso Wind o verso altri, il rischio è di trovarsi "in coda" e di non avere tempi certi per l'attivazione della Carrier preselection. Attenzione però, non siamo ancora all'Ultimo miglio: per attivare Filo Diretto occorre infatti essere intestatari di un'utenza telefonica Telecom Italia.
Per passare a Wind, l'Arancia mette a disposizione sul proprio sito un modulo che è sufficiente stampare e inviare all'azienda. Naturalmente si può chiedere l'attivazione anche in un Centro Wind.