LinuxNews/ La CE indaga sui brevetti software

La Commissione Europea apre una consultazione ufficiale sull'impatto sociale dei brevetti software in Europa

La Direzione Generale per il Mercato Interno della Commissione Europea ha ravvisato il potenziale impatto negativo dei brevetti software sull'innovazione e la loro pericolosità per le piccole e medie imprese. A questo scopo il 19 Ottobre la Commissione Europea ha annunciato l'apertura di una consultazione pubblica per avere un quadro più approfondito sull'impatto economico dei brevetti software prima di passare alla modifica della legge europea.

La EuroLinux Alliance ha aperto un forum per raccogliere report e dichiarazioni pubbliche da parte dei consumatori, di professionisti IT e di imprese europee, per avere un dibattito trasparente e democratico sui brevetti software.
Questi documenti saranno pubblicati sul sito della EuroLinux Alliance e poi presentati alla
Direzione Generale per il Mercato Interno della Commissione Europea.

Uno dei problemi più gravi intorno ai sistemi di brevetti è l'estensione del brevetto ai metodi intellettuali o ai metodi business per implementare i software, piuttosto che al software in sé. Esempi reali negli USA sono i brevetti sul "voto elettronico" o sulla "organizzazione virtuale dei call center", piuttosto che sul software che li permette.
Le precedenti Consultazioni Europee sui brevetti software erano principalmente orientate agli avvocati ed uffici brevetto. Ovviamente la posizione da loro espressa era in favore dei brevetti. Queste nuove consultazioni sono un'opportunità per le imprese, le organizzazioni e i cittadini europeei per poter esprimere la loro voce su argomenti che li riguardano da vicino.

A cura di noze, Soluzioni Open-Source