Se Yahoo diventa a pagamento

Sono sempre di più i segnali che suggeriscono un cambio radicale di strategia

Roma - Bisogna agire con cautela ma, evidentemente, bisogna agire. Questo è ciò che passa nella mente dei dirigenti di Yahoo.com, il più conosciuto dei portali, visto che da qualche tempo inzeppano le proprie pagine di sondaggi agli utenti, per capire se sarebbero o meno disposti a pagare i servizi offerti dal portalone. Intanto aumentano anche i servizi a pagamento e si riducono i supporti tecnici per quelli gratuiti, tirando la cinghia anche sul free hosting di siti personali.
Yahoo.com sta per cambiare o è la rete che è già cambiata?
Qui un'interessante articolo di CNET.
18 Commenti alla Notizia Se Yahoo diventa a pagamento
Ordina
  • Penso che prima o poi ci si arriverà.ma non solo per yahoo! ma anche per tutto il resto; la pubblicità sta diminuendo l'internet advertising non sembra più così infallibile. Giusto in fin dei conti:da che mondo è mondo i servizi si sono sempre pageti e sempre si pagheranno, perchè se non ve lo ricordate i gestori creano un nuovo portale per guadagnare soldi non per farvi felici
    non+autenticato


  • - Scritto da: Noxthefox
    .
    > Giusto in fin dei conti:da che mondo è mondo
    > i servizi si sono sempre pageti e sempre si
    > pagheranno,

    Non pago per vedere Mediaset (se proprio ci tengo)
    Non pago per leggere Metro


    non+autenticato
  • OK Un giorno sara' tutto a pagamento ma...
    I banners rompic... ci saranno ancora, la pubblicita' sara' comunque pervasiva e le finestrelle continueranno ad apparire sotto, sopra a destra e a manca. N'a fregatura.
    Insomma... alla fine sara' pure giusto che si paghi ma fino a che punto?
    non+autenticato
  • Pagare per ricevere un servizio mi sta bene, è giusto, però, una volta che io pago PI per le notizie nascono diversi problemi: 1) QUANTO DEVO PAGARE? Come quantificare il servizio reso: un tot al mese? di più o di meno di quanto mi costa il quotidiano o il mensile cartaceo? 2) Spesso alcuni dei commenti dei collaboratori di PI o di altre riviste on line come Dude o Gandalf mi hanno trovato in totale disaccordo e, a volte, mi hanno disgustato, però PI è gratis e quindi chi se ne frega, non li leggo più e morta, ma se devo pagare avrò il diritto di chiedere che quei commentatori vengano banditi da PI? 3) Finora tutto quello che i collaboratori di PI hanno fatto, essendo tutto gratuito, a me sta bene, ma se mi chiedono di pagare, avrò io il diritto di sapere chi fa conoscere i sofware a LUca Schiavoni, chi le url segnalate nella mailing list di PI? 4) francamente, se dovessi pagare, non potrei certo pagare yahoo.it e PI, secondo voi su chi cadrebbe al mia scelta? Su nessuno: paherei Salon e Yahoo.com che sono più completi.
    Insomma, andiamoci piano con questa storia dei servizi a pagamento.
    non+autenticato

  • > ma se devo pagare avrò il diritto di
    > chiedere che quei commentatori vengano
    > banditi da PI?

    Ma hai mai comprato un giornale di carta?
    Se lo hai fatto immagino che avrai chiesto la rimozione di direttori, editorialisti, giornalisti... O in quel caso compri e basta?

    > Insomma, andiamoci piano con questa storia
    > dei servizi a pagamento.

    Mi pare che qui il problema e' che rimarrai solo con i servizi gratuiti. Certo che se ti piace yahoo forse ti meriti di rimanere solo con quello Sorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Abside

    > Ma hai mai comprato un giornale di carta?
    > Se lo hai fatto immagino che avrai chiesto
    > la rimozione di direttori, editorialisti,
    > giornalisti... O in quel caso compri e
    > basta?

    Certo che aquisto periodici di carta. Se un commentatore non mi piace, o se non condivido l'impostazione del direttore, proprio perché pago, scrivo, protesto, chiedo rimozione, insomma mi do da fare e qualcosa si ottiene, quando si è in tanti a farlo.
    DeAndreis è pronto a dimettersi se molti dei sottoscrittori di PI contestassero l'impostazione della testata?

    > > Insomma, andiamoci piano con questa storia
    > > dei servizi a pagamento.

    > Mi pare che qui il problema e' che rimarrai
    > solo con i servizi gratuiti. Certo che se ti
    > piace yahoo forse ti meriti di rimanere solo
    > con quello Sorride

    IL punto non è il gratuito, ma come quantificare il servizio, tutto qui.

    Beh almeno yahoo.com ha una compertura scientifica più ampia di yahoo.it e repubblica ilnuovo e altre testate italiane, essendo appassionato di scienza è ovvio che mi merito yahoo.

    non+autenticato
  • Lo so sono petulante, però pensiamo a Salon.com chiede 30$ ed offre una marea di articoli di vario genere e campo. PI quanto dovrebbe chiedere? Certo non 30$: è una rivista settoriale, con un numero di dipendenti enormemente inferiore a salon.
    In proporzione quanto potrebbe chiedere? 1$?
    non+autenticato
  • > Certo che aquisto periodici di carta. Se un
    > commentatore non mi piace, o se non
    > condivido l'impostazione del direttore,
    > proprio perché pago, scrivo, protesto,
    > chiedo rimozione, insomma mi do da fare e
    > qualcosa si ottiene, quando si è in tanti a
    > farlo.

    E ottieni la rimozione?
    Te lo chiedo perche' non l'ho mai visto accadere.


    > DeAndreis è pronto a dimettersi se molti dei
    > sottoscrittori di PI contestassero
    > l'impostazione della testata?

    Questo dovresti chiederlo a lui. Io registro che due giorni fa avevano cambiato tutto, poi hanno ascoltato i lettori e sono tornati indietro.
    Su Yahoo prendi quello che ti danno. Non lo vuoi? Aria!


    > Beh almeno yahoo.com ha una compertura
    > scientifica più ampia di yahoo.it e
    > repubblica ilnuovo e altre testate italiane,
    > essendo appassionato di scienza è ovvio che
    > mi merito yahoo.

    Non posso credere che parli di Yahoo come di un punto di riferimento per l'informazione scientifica (mai sentito parlare di Wired, New Scientist... ?)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Abside

    > E ottieni la rimozione?
    > Te lo chiedo perche' non l'ho mai visto
    > accadere.

    Accade quando un numero sufficiente di persone scrivono, disdicono l'abbonamento eccetera. NOn è frequenta, ma accade.

    > Su Yahoo prendi quello che ti danno. Non lo
    > vuoi? Aria!

    certo perché Yahoo è un portale. Indica, seleziona, si fa pagare per evidenziare.

    > Non posso credere che parli di Yahoo come di
    > un punto di riferimento per l'informazione
    > scientifica (mai sentito parlare di Wired,
    > New Scientist... ?)

    Wired è troppo trendarolo, lo leggono solo quelli che fanno finta di essere INSorride)
    Certo, ma l'interesse del web è appunto poter avere una larga possibilità di sapere con i vari link alle varie testate. Altrimenti tanto vale continuare a leggere i periodici cartacei.
    non+autenticato
  • Per me possono anche pretendere
    di farsi pagare... forse è la volta
    buona che la smettono di rompere i
    cotillons e falliscono.
    non+autenticato
  • che punto informatico non si butti nella mischia dei servizi a pagamento...
    sarebbe una grave perdita, una sconfitta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xxx
    > che punto informatico non si butti nella
    > mischia dei servizi a pagamento...
    > sarebbe una grave perdita, una sconfitta.

    E poi ZioBudda come fa a scroccargli le notizieOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gray
    > - Scritto da: xxx
    > > che punto informatico non si butti nella
    > > mischia dei servizi a pagamento...
    > > sarebbe una grave perdita, una sconfitta.
    >
    > E poi ZioBudda come fa a scroccargli le
    > notizieOcchiolino

    Chi diavolo e' ZioBudda
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marks
    > Chi diavolo e' ZioBudda

    E' il portale dei linuxari peracottari
    con lo ZioBudda in testa
    hahahhahahha
    non+autenticato
  • www.ziobudda.net
    non+autenticato
  • Veramente non le scrocca, inserisce dei link a Punto Informatico, quindi la fonte è chiara

    - Scritto da: Gray
    > - Scritto da: xxx
    > > che punto informatico non si butti nella
    > > mischia dei servizi a pagamento...
    > > sarebbe una grave perdita, una sconfitta.
    >
    > E poi ZioBudda come fa a scroccargli le
    > notizieOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: yyy
    > Veramente non le scrocca, inserisce dei link
    > a Punto Informatico, quindi la fonte è
    > chiara

    E non lo fa solo con Punto Informatico!
    Comunque sono molte le notizie riprese da PI.
    Io ho scoperto PI proprio grazie allo Zio!

    Saluti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: S.L.
    > - Scritto da: yyy
    > > Veramente non le scrocca, inserisce dei
    > > link a Punto Informatico, quindi la fonte è
    > > chiara

    > E non lo fa solo con Punto Informatico!
    > Comunque sono molte le notizie riprese da PI.
    > Io ho scoperto PI proprio grazie allo Zio!

    Si ok, se diventa tutto a pagamento a seconda del link avremo notizie da 1$, 2$, 5$ ecc...
    non+autenticato